Sfregiata lapide a Aldo Moro; Inquinamento acustico, multe fino a 20.000 euro; Fumetti in mostra

Ecco i titoli del Tg Lazio dell’edizione di oggi:

‘A MORTE LE GUARDIE’ E SVASTICA SU LAPIDE MORO A VIA FANI

La scritta, ‘A morte le guardie’, con a lato disegnate una svastica e una runa, è stata scoperta questa mattina sulla base di cemento della lapide commemorativa di Aldo Moro in via Fani a Roma. Qui il 16 marzo 1978 furono uccisi dalle Brigate rosse 4 uomini della scorta e il presidente della Dc fu rapito. La targa era stata infatti momentaneamente rimossa per lavori di restauro in occasione del quarantennale dell’agguato. La polizia è a lavoro per individuare gli autori dello sfregio. Condanna unanime dal mondo politico.

REGOLAMENTO INQUINAMENTO ACUSTICO, MULTE FINO A 20 MILA EURO

Una mappatura completa di Roma elaborata sulla base dei livelli di decibel. Sanzioni pecuniarie raddoppiate fino a 20.000 euro. Divieto di superare livelli acustici vicino a scuole e ospedali. Sono alcune delle caratteristiche del nuovo regolamento comunale sull’inquinamento acustico che oggi è stato illustrato durante i lavori della commissione Ambiente di Roma Capitale. Il nuovo regolamento disciplina anche la programmazione di eventi in relazione alla presenza di aree sensibili e autorizza possibili deroghe con paletti ben precisi. Infine la bozza prevede un percorso ben preciso in merito alle segnalazioni da parte di chi si ritiene leso da livelli di clima acustico superiori alla norma.

REGIONE LAZIO CANDIDA CENTRO ENEA FRASCATI A PROGETTO DTT

Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT ed è il progetto europeo a cui la Regione Lazio candida il centro Enea di Frascati, con l’obiettivo di ospitare un laboratorio tecnico-scientifico tra i piu’ grandi in Europa. “Con questo progetto ambizioso sono convinto che possiamo vincere- ha detto il governatore, Nicola Zingaretti, presentando la candidatura a MontePorzio Catone- perchè questo centro già oggi è in relazione con un sistema della ricerca universitaria di grandissimo rilievo, oltretutto siamo alle porte della Capitale. La vittoria porterebbe almeno 1.600 posti di lavoro, ma anche un indotto di straordinaria rilevanza”.

FUMETTI NEI MUSEI IN MOSTRA A ISTITUTO CENTRALE PER LA GRAFICA

Si è aperta oggi a Roma, all’Istituto Centrale per la Grafica Fumetti nei Musei, la mostra nata dell’omonimo progetto che ha coinvolto alcuni dei più famosi fumettisti italiani che hanno realizzato 22 graphic novel dedicate ai musei statali. In mostra a ingresso libero fino al 1 aprile tutte le immagini delle copertine degli albi, una selezione delle tavole a fumetti, gli schizzi e i bozzetti originali di artisti come Martoz, Otto Gabos, Tuono Pettinato, Roberto Grossi. Al termine della mostra tutte le stampe originali esposte entreranno a far parte del patrimonio dell’Istituto, costituendo così il primo importante nucleo di opere dell’Istituto legato all’arte del fumetto.

21 Febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»