Tg Pediatria, edizione del 6 maggio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– SIP: HPV CAUSA PIÙ FREQUENTE INFEZIONI SESSUALI, VACCINARE ADOLESCENTI

“Il Papilloma virus è la causa più frequente di infezioni sessualmente trasmesse e interessa più del 70% degli uomini e delle donne in età fertile. Per cui è importante vaccinare i ragazzi, sia maschi che femmine, contro il papilloma, perché il vaccino protegge da malattie pericolose come il tumore al collo dell’utero o altre forme di patologia molto gravi”. A sottolinearlo è Elena Bozzola, segretario nazionale Sip, durante la diretta Facebook organizzata da Sip e Sin per rispondere ai dubbi dei genitori chiudendo la settimana mondiale dell’immunizzazione.

– LONG COVID, SIMRI PROMUOVE PROGETTO NAZIONALE FOLLOW-UP

Un programma clinico in sei step per valutare quali siano (e se ci siano) gli effetti a lungo termine del Covid-19 sull’età pediatrica. Si chiama ‘Conoscere per prevenire’ ed è promosso dalla Simri, Società guidata dallo pneumologo Fabio Midulla, responsabile del pronto soccorso pediatrico del Policlinico Umberto I di Roma. Il progetto coinvolge 25 centri di pneumologia pediatrica distribuiti su tutto il territorio e prevede una road map di esami da effettuare ai minori tra 0 e 18 anni che hanno avuto la malattia, sia in forma sintomatica che asintomatica.

– COVID, SIAIP: ALLERGIE E ASMA NO FATTORI RISCHIO PER INFEZIONE

“Una serie di studi condotti prima in Cina e poi su bambini europei e americani ha dimostrato una bassa prevalenza di allergia e di asma nei piccoli pazienti affetti da Covid-19 e, come nel resto della popolazione pediatrica, un decorso lieve della malattia”. A dirlo è Amelia Licari, membro del Consiglio direttivo della Siaip, Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica.

– COVID, PNEUMOLOGO: NON EVIDENZIATA GRAVITÀ INFEZIONE IN BIMBI ASMATICI

“Dalla letteratura non risulta nessuno studio epidemiologico, su bambini affetti da Covid-19, per poter affermare che l’asma possa costituire un fattore di rischio o di una maggiore gravità di malattia in corso di SARS-CoV-2”. Lo dichiara Renato Cutrera, direttore dell’Uoc di Broncopneumologia dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù (Opbg) di Roma, evidenziando gli effetti dell’infezione sui soggetti asmatici non pediatrici.

– DROGHE, FERRARA (UNICATT): RAGAZZI SI AVVICINANO PER NOIA E SOLITUDINE

Emulazione, noia, insicurezza, ma anche “la mancanza di dialogo all’interno del nucleo familiare che aumenta il senso di solitudine”. Sono questi i molti fattori che avvicinano ragazzi sempre più giovani alle droghe e a spiegarli è Pietro Ferrara, docente di Pediatria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e dell’Università Campus Bio-Medico di Roma. “Il ruolo del pediatra è determinante, accanto al ruolo svolto dalla famiglia e dalle scuole, perché le misure di contenimento ci sono- aggiunge Ferrara- la prima cosa da fare è informare i ragazzi, facendo loro comprendere quali sono le conseguenze dell’uso di queste sostanze. La seconda cosa da fare è diffondere la cultura del dialogo tra genitori e figli”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»