Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il Fleming di Roma vive il sogno olimpico: tutti pazzi per l’oro di Jacobs

marcell jacobs roma fleming
Viaggio nel quartiere dove vive l'uomo più veloce del mondo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel quartiere Fleming di Roma è scattata la febbre da oro, quello di Marcell Jacobs, l’uomo più veloce del mondo. Il 26enne italiano è nato a El Paso da padre texano e mamma di Desenzano del Garda, ma da alcuni mesi vive sulla collina nel cuore di Roma Nord insieme alla compagna Nicole Daza e i loro due figli. Ora il successo olimpico nei 100 metri a Tokyo 2020, con il tempo di 9″80, nuovo record europeo, regala sì la gloria dell’Olimpo all’Italia, ma anche tanto orgoglio al quartiere che un po’ a sorpresa si è ritrovato simbolicamente sul gradino più alto del podio.

LEGGI ANCHE: Tamberi e Jacobs, i dieci minuti che stravolgono l’atletica a Tokyo 2020

Tra i negozi storici e i cittadini di via Flaminia, via Bevagna e piazza Monteleone di Spoleto non si parla d’altro. “Jacobs l’ho visto il giorno della partenza per Tokyo e gli abbiamo fatto tanti auguri”, raccontano al ristorante ‘Fello’. “Ogni tanto ci chiama e si fa portare il cibo a casa”. Piatti preferiti? “Tartare di tonno e pollo Thai”, dicono con un sorriso, e aggiungono: “È un orgoglio per l’Italia e per il Fleming”.

“Ha un valore enorme per noi. Una soddisfazione grande. È stato molto bello vederlo esultare”, raccontano poi tre abitanti della zona tra un caffè e una chiacchierata all’ombra di un bar di via Bevagna. Per alcuni la soddisfazione è doppia visto che in molti ignoravano fino a ieri che l’uomo più veloce del mondo fosse ‘di zona’. Tra questi anche Pierluigi Pardo, volto storico della tv sportiva italiana: “Una grande impresa. Non sapevo nemmeno che abitasse qui”, svela con un sorriso.

LEGGI ANCHE: Tokyo 2020, la stampa internazionale celebra Marcell Jacobs: “Fulminante come un lampo”

Nella piazza del mercato del Fleming, la base operativa del quartiere, c’è l’edicola di Bruno e della moglie. Bruno sfoglia un quotidiano sportivo con in prima pagina la foto della nuova coppia d’oro dell’atletica italiana: Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi, quest’ultimo oro nel salto in alto. “Sono convinto di conoscerlo – racconta l’edicolante – È venuto sicuramente. Ora so di preciso che volto ha, lo aspettiamo”.

LEGGI ANCHE: Tokyo 2020, la stampa internazionale celebra Marcell Jacobs: “Fulminante come un lampo”

Plaude al nuovo orgoglio di zona Fabio Massimo Zito del Comitato di quartiere Fleming-Tor di Quinto: “È una soddisfazione enorme, per lui e per noi. Bisogna sottolineare il fatto che fino a ieri nessuno lo conosceva perché purtroppo siamo abituati a conoscere i giocatori di calcio – molti ex giocatori sono qui – e con lui magari ci abbiamo parlato senza sapere chi fosse. Ora è diventato un ‘famoso’ e tutti gli danno la caccia”.

LEGGI ANCHE: Tokyo 2020, la commozione di Jacobs e Tamberi durante la premiazione

Da ‘Sapori di pane’, il forno ‘istituzione’ del quadrante, il muro dietro la cassa è una collezione di dediche di vip e sportivi del Fleming: da Simone Inzaghi al neo eletto campione europeo di calcio Ciro Immobile, fino all’attore Paolo Calabresi e molti altri. “Lo aspettiamo – dicono – per una foto e per fargli assaggiare le nostre buonissime pizzette”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»