Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tokyo 2020, la commozione di Jacobs e Tamberi durante la premiazione

marcell jacobs premiazione tokyo
Allo Stadio Olimpico di Tokyo i due azzurri ricevono la medaglia d'oro mentre risuona l'inno di Mameli. E gli altoparlanti dell'impianto diffondono anche le note di 'A far l'amore comincia tu' di Raffaella Carrà
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dalla nostra inviata Erika Primavera

TOKYO – Il giorno dopo il trionfo, ecco il momento della celebrazione. Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi sul podio con la divisa bianca dell’Italia Team, scelta da Armani “come segno di rinascita dello sport italiano”. Il primo a ricevere la medaglia d’oro è stato il campione olimpico dei 100 metri, che ha ascoltato e cantato l’inno sotto la mascherina e con la mano sul cuore. Nei pochi secondi che hanno diviso le due cerimonie, gli altoparlanti dello stadio Olimpico di Tokyo hanno diffuso le note di ‘A far l’amore comincia tu’, celebre brano di Raffaella Carrà.

LEGGI ANCHE: Tokyo 2020, la stampa internazionale celebra Marcell Jacobs: “Fulminante come un lampo”

gianmarco tamberi premiazione tokyo

È stata poi la volta di Tamberi, che ha diviso il gradino più alto del podio del salto in alto con il qatariota Barshim. Ciascuno ha messo al collo dell’altro la medaglia d’oro prima di stringersi e alzare al cielo le braccia. Il primo a suonare è stato l’inno del Qatar, seguito poi da quello azzurro. Le note dell’inno di Mameli si sono dunque ripetute ancora nell’arco di 10 minuti, lo stesso tempo trascorso ieri sera nella conquista delle due medaglie dell’atletica italiana. Mano sul cuore anche per ‘Gimbo’, che la batte più volte sul petto alzando gli occhi al cielo.

LEGGI ANCHE: La proposta di matrimonio di Tamberi prima di partire per le Olimpiadi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»