fbpx

Tg Scuola, edizione del 30 ottobre 2020

– SESSUALITÀ, DIRITTI, PARITÀ DI GENERE: OTTO PROPOSTE AL GOVERNO

Mille giovani collegati da tutta Italia per presentare le loro idee al governo. Si è svolto sul canale Youtube di Diregiovani l’evento ‘I giovani propongono’. Una mattinata in cui otto studenti e studentesse di scuola e università hanno sottoposto le loro proposte su istruzione, famiglia, sanità e lavoro. Ad ascoltarli e votare la proposta migliore, oltre ai loro coetanei anche Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, e il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora.

– SCUOLA, A ROMA GLI ISTITUTI SUPERIORI ALLE PRESE CON LA NUOVA ORGANIZZAZIONE

Con il nuovo Dpcm firmato il 24 ottobre le scuole secondarie di secondo grado dovranno svolgere il 75% delle lezioni a distanza e il 25% in presenza. Un cambiamento che ha costretto gli istituti a riorganizzare l’orario sfruttando anche gli ingressi scaglionati, per non appesantire l’affluenza sui trasporti pubblici. Al liceo Mamiani di Roma le classi sono state divise in due gruppi, mentre all’istituto ‘Da Vinci’ di Maccarese la collaborazione con la città metropolitana ha permesso di potenziare la rete internet per garantire un’alta qualità di connessione ai ragazzi e ai docenti.

– VERONA, AL VIA ‘VIVA LA COSTITUZIONE’ CON RAFFAELE CANTONE

È partito oggi da Verona il progetto di formazione a distanza ‘Viva la Costituzione’, un ciclo di incontri online (promossi dalla Rete di scuole veronesi ‘Scuola e Territorio: educare insieme’ in collaborazione con De Agostini) per docenti e studenti condotti da Andrea Franzoso. Primo testimone che ha inaugurato l’evento è stato Raffaele Cantone, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Perugia e già presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione che è intervenuto sul rapporto tra corruzione, futuro e democrazia. Obiettivo della rassegna è far emergere il racconto di una Costituzione viva e concreta, che coinvolge la vita quotidiana e le scelte personali di ciascuno.

– MILANO, STUDENTI A LEZIONE DAVANTI REGIONE

A lezione davanti a palazzo Lombardia. Per una mattinata, un centinaio di studenti e studentesse milanesi si sono ritrovati in piazza Città di Lombardia, sede della giunta regionale, per protestare contro l’ordinanza regionale che obbliga i ragazzi a seguire il 100% delle lezioni a distanza. La protesta, partita dagli studenti del liceo ‘Volta’ si è estesa poi anche agli alunni di altri istituti milanesi. Tra le richieste dei ragazzi, quella di passare a una didattica a distanza che occupi il 75% dell’orario, come prescrive l’ultimo decreto del presidente del Consiglio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

30 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»