NEWS:

Tg Scuola, edizione del 28 aprile 2023

Si parla di nuovo format Mim, Ami per scuole e Sasonal school di Sant'Anna Pisa

Pubblicato:28-04-2023 12:05
Ultimo aggiornamento:28-04-2023 12:05
Autore:

FacebookLinkedIn

NASCE IL FORMAT ‘IL MINISTRO RISPONDE’

Una nuova videorubrica web nella quale la giornalista Maria Latella intervisterà il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara sui principali temi del mondo della scuola. La nuova rubrica, ‘Il ministro risponde’, è stata pensata appositamente per studenti, famiglie, docenti e personale della scuola. Il format consiste in una conversazione dallo stile diretto e informale sulle iniziative del ministero dell’Istruzione e del Merito e le principali novità in ambito scolastico. Tra gli argomenti oggetto della prima puntata la figura del docente tutor, il fenomeno della dispersione scolastica, il potenziamento delle materie Stem e la “Grande alleanza per la scuola”. Sul docente tutor Valditara ha detto che “potrà arrivare a guadagnare oltre 4mila e 700euro per l’attività curriculare, mentre per l’attività extra curriculare pomeridiana abbiamo stimato circa 3mila euro ulteriori. Abbiamo stanziato 150 milioni di euro con la prima tranche- ha spiegato il ministro- partiamo con gli ultimi tre anni delle superiori poi, a regime, si inizierà dalla prima media per un ciclo di otto anni complessivi”. Valditara ha spiegato che ogni studente avrà un suo piano personalizzato e sarà seguito: “non ci saranno più ragazzi che rischiano di rimanere indietro rispetto agli altri compagni o addirittura di abbandonare il percorso scolastico”.

A ROMA AMI PORTA 200 BAMBINI AL PARCO ACQUEDOTTI

Educare i bambini al rispetto dell’ambiente e all’importanza dell’economia circolare. Facendo conoscere loro i danni causati dalla dispersione della plastica nei vari ecosistemi: dalla natura agli oceani. Questi gli obiettivi dell’appuntamento finale del progetto Ami Scuola, organizzato da Ambiente Mare Italia al parco degli Acquedotti, a Roma. Ad essere coinvolti, in uno degli eventi della ‘Settimana verde’ dell’Ami, sono stati circa 200 bambini della scuola Vaccari della Capitale. “Oggi siamo con gli alunni delle terze, quarte e quinte dell’istituto Vaccari- ha spiegato Alessandro Botti, presidente di Ambiente Mare Italia- si tratta di un percorso di formazione, educazione e sensibilizzazione dei ragazzi iniziato nelle scuole, con lezioni tenute da esperti, sull’economia circolare e gli effetti della presenza della plastica nell’ecosistema marino. Abbiamo fatto fare un’esperienza importante ai bambini- ha aggiunto Botti- qui sono stati a stretto contatto con l’acquedotto Felice e quello Appio Claudio, in una giornata di formazione nella natura. Si è svolta un’attività di ‘orienteering’, in cui i ragazzi hanno cercato e trovato cinque bandiere dell’Ami nascoste nel parco. Durante il percorso, poi, i bambini hanno raccolto i rifiuti dispersi nel parco, dotati di guanti e pinze, con un’azione di ‘urban clean up’. Alla fine sono stati poi invitati a rispondere ai quiz e a giocare al gioco della bandiera”.

A SANT’ANNA PISA LE NUOVE ‘SEASONAL SCHOOL’

Proseguono alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa le ‘Seasonal School’, i corsi intensivi residenziali della durata di una settimana rivolti a studentesse e studenti di talento di tutto il mondo, che prevedono agevolazioni basate sull’Isee e borse di studio finanziate dalla Fondazione Il Talento all’Opera. Le prossime Seasonal School, per le quali le iscrizioni sono già aperte, affrontano temi come la robotica, il diritto internazionale per contrastare il cambiamento climatico, la cybersecurity, il ruolo dell’intelligenza artificiale nella realtà virtuale, i modelli micro e macro economici e l’economia dell’innovazione. Il prossimo appuntamento, la Seasonal School From minimally invasive surgery to nanorobotics, si tiene dal 5 al 9 giugno con scadenza delle iscrizioni all’8 maggio, e intende presentare il tema interdisciplinare delle tecnologie per interventi minimamente invasivi, con particolare riferimento alla robotica interventistica e all’intelligenza artificiale.

70 GIOVANI EUROPEI PER UN HACKATON SU GIUSTIZIA CLIMATICA

Aumentare la consapevolezza della generazione Y e Z rendendola protagonista nella lotta contro il cambiamento climatico. È questo l’obiettivo di ActJust, un progetto che in questi tre anni ha coinvolto giovani di sette paesi europei stimolandone la riflessione sul tema anche grazie al supporto di associazioni, istituzioni e policy maker. Nel corso dell’hackaton che si è svolto a Vienna, 70 giovani provenienti da Austria, Danimarca, Grecia, Italia, Lituania, Serbia e Spagna si sono confrontati sui diversi temi legati alla giustizia climatica elaborando un manifesto con cinque raccomandazioni per l’Unione Europea, dal tema della produzione alimentare all’energia, dalle migrazioni ai trasporti e mobilità senza dimenticare l’istruzione. Durante l’incontro a Vienna i vari gruppi si sono messi alla prova anche nella ricerca di soluzioni innovative contro la crisi climatica. A vincere il progetto presentato dal team italiano ClimACT che punta ad aumentare l’educazione alla giustizia climatica nei sistemi di istruzione europei. Infatti, secondo recenti studi solo il 4% degli studenti ritiene di conoscere a fondo la crisi climatica mentre il 57% vorrebbe saperne di più sulle soluzioni sostenibili. Per colmare questa mancanza, il team ha ideato una piattaforma dedicata alle comunità scolastiche e non solo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn