fbpx

Tg Cultura, edizione del 30 aprile 2020

IL 18 MAGGIO RIAPRIRANNO MUSEI E PARCHI ARCHEOLOGICI

Il 18 maggio riapriranno i musei, i parchi archeologici e i siti culturali italiani. Dopo oltre due mesi di chiusura, i luoghi della bellezza e dell’arte torneranno visitabili, anche se con le prescrizioni dettate dal comitato scientifico contro il diffondersi dei contagi da Covid-19 che impongono il distanziamento sociale e il divieto di assembramenti. Nell’attesa di poterlo ammirare di nuovo dal vivo, il patrimonio continua a offrire esperienze virtuali sul web grazie alla campagna del ministero La cultura non si ferma.

IL CONCERTONE DELL’1 MAGGIO SI SPOSTA IN TV, DOCUFILM DA TARANTO

Il Covid-19 non ferma il Concertone dell’1 maggio. Lo storico evento organizzato dai sindacati da piazza San Giovanni si trasferirà su Rai 3 e Rai Radio 2 e si chiamerà ‘Musica per l’Italia – Lavoro in sicurezza: per costruire il futuro’. Molti dei live in programma saranno ospitati dall’Auditorium Parco della Musica di Roma e a condurre l’evento sarà, per il terzo anno, Ambra Angiolini. Tra gli artisti, Gianna Nannini, Vasco Rossi, Le Vibrazioni e anche la superstar Patti Smith. Nessun concertone invece a Taranto, dove la festa dei lavoratori verrà celebrata con un docufilm sulla storia della città.

FONDAZIONE CINEMA PER ROMA LANCIA ‘BACKSTAGE’, DEDICATO AI LAVORATORI

Come nasce un film e che cosa c’è, oltre il talento, nel lavoro alla base di ogni opera cinematografica. È ‘Backstage’, il progetto lanciato dalla Fondazione Cinema per Roma in occasione della Festa dei lavoratori che raccoglie in video le testimonianze firmate da alcuni dei più noti e apprezzati professionisti del grande schermo. A inaugurare la rassegna, visibile sul sito e sui canali social della Fondazione, l’attrice Anna Foglietta, seguita il primo maggio da Pierfrancesco Favino.

GLI UFFIZI SBARCANO SU TIKTOK, IL PIÙ GIOVANE TRA I SOCIAL

Gli Uffizi sbarcano su TikTok. Le Gallerie inaugurano il loro profilo sul più giovane tra i grandi social con quattro video all’insegna dell’ironia. Protagonisti, alcuni ‘pesi massimi’ delle collezioni come il Tondo Doni di Michelangelo Buonarroti, il doppio Ritratto dei duchi di Montefeltro di Piero della Francesca, la Maddalena di Tiziano e molti altri.

MUORE A 80 ANNI GERMANO CELANT, PADRE DEL MOVIMENTO ARTE POVERA

Il critico d’arte e curatore Germano Celant è morto a seguito di complicanze causate dal coronavirus. Ricoverato al San Raffaele di Milano, Celant aveva 80 anni e alla fine degli anni Sessanta aveva fondato il movimento Arte povera a cui avevano aderito anche Alighiero Boetti, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Giulio Paolini e Pino Pascali. “Oggi il mondo della cultura e della creatività piange la scomparsa di un suo altro grande esponente. Celant lascia un’Italia impoverita del suo genio e del suo talento”, ha detto il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

30 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»