Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, Michetti: “Puntare subito su sicurezza e igiene urbana”

enrico michetti imago
Enrico Michetti è il possibile candidato del centrodestra come sindaco di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le prime cose di cui bisognerà occuparsi sono: igiene urbana, trasporti e sicurezza. Inoltre serve una pianificazione importante per il rilancio dell’immagine di Roma“. Così Enrico Michetti, possibile candidato del centrodestra come sindaco di Roma, raggiunto telefonicamente dall’agenzia stampa Dire.

“Sulla sicurezza la prima cosa che farò sarà una riunione con il Prefetto, il ministro degli Interni, il questore e le altre autorità preposte alla vigilanza- ha spiegato Michetti- per tutte le aree più sottoposte a criminalità e devianza dove ci deve essere un controllo reale a tutela dei cittadini. Sul fronte dei rifiuti penso che bisognerà realizzare impianti: non inceneritori ma impianti sostenibili finalizzati a riuso e riutilizzo in relazione della quantità e della qualità dei rifiuti prodotti. Osserveremo la regola secondo cui questi dovranno essere smaltiti nel luogo dove si producono, naturalmente in aree compatibili e distribuiti su tutto in territorio per non creare aree privilegiate. Noi non ci sottraiamo alla volontà di rimettere in piedi un sistema di igiene urbana compatibile con la dignità di una Capitale”.

“Sull’immagine, infine- ha concluso Michetti- credo che Roma meriti un raddoppio dei turisti, che portano ricchezza e quella visibilità di cui Roma è interprete straordinaria perché ha tutto: arte, mare, montagna e laghi, con una campagna romana che è meravigliosa”. Michetti, infine, ha ricordato di essere giornalista pubblicista. “Per questo- ha aggiunto- vorrei fare anche qualcosa per le edicole, per far vendere più giornali ma anche per fare in modo queste possano diventare dei circoli culturali“.

RAGGI? “STOP LITANIA ‘COLPA DI QUELLI DI PRIMA'”

“Io da cittadino posso essere censore, ma da candidato no. Accetterò Roma, qualora fossi io il prescelto, come la troverò. Come me non ci sarà la litania ‘è colpa di quelli prima di me’. Massimo rispetto di tutti: per me ogni sindaco del passato ha fatto al meglio quello che poteva fare. Per cui non ci saranno scusanti. Guardero solo al presente e al futuro. Del passato non mi interessa assolutamente nulla. E al centro ci sarà il programma, la buona amministrazione e la trasparenza”.

“IO CANDIDATO CENTRODESTRA? DECIDE LA POLITICA”

“Non so nulla di come andrà il tavolo dei leader del centrodestra. So che oggi si incontrano e che dovrebbero probabilmente decidere. Ma la politica si muove in perfetta autonomia. E penso che la decisione che uscirà sarà collegiale“, spiega Michetti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»