hamburger menu

Varechina al posto dell’acqua, il bimbo di 6 anni non ce l’ha fatta. Ci sarà l’autopsia

L'episodio risale al 18 luglio: in casa, a Francavilla Fontana, con il bimbo c'era la mamma che tentò il suicidio. Sull'accaduto indaga la Procura di Bari

22-09-2022 12:20
procura bari
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BARI – Era ricoverato dal 18 luglio ma purtroppo non ce l’ha fatta: è morto sabato il bimbo di sei anni che, in provincia di Brindisi, un mese e mezzo fa aveva bevuto un mix di varechina e acqua credendo che si trattasse di semplice acqua. Il piccolo, originario di Francavilla Fontana (Brindisi), si è spento all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. L’autopsia sarà eseguita martedì 27 settembre.

TRAGEDIA NELLA TRAGEDIA

Quella terribile mattina del 18 luglio il bambino era in casa insieme alla mamma: la donna, dopo avere scoperto l’accaduto, in preda al panico ha tentato il suicidio lanciandosi dalla palazzina al terzo piano. Fu subito portata in terapia intensiva all’ospedale di Brindisi e poi trasferita in una clinica a Milano dove è stata operata a causa delle gravi lesioni riportate e dove si trova tuttora ricoverata.

Il bimbo, che dopo il ricovero in un primo momento era sembrato fuori pericolo, è invece peggiorato: col passare del tempo la situazione si è aggravata e ci sono state delle complicazioni da cui non è riuscito a riprendersi.

LA FAMIGLIA CHIEDE CHIAREZZA

I familiari del bimbo hanno sporto denuncia alla polizia di Bari per chiedere chiarezza su quanto accaduto. La Procura di Bari ha aperto un’inchiesta e le indagini sono affidate alla Polizia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-22T12:20:22+02:00