Whirlpool, dal 1 aprile 2021 licenziamenti a Napoli

È quando emerge dal vertice in videoconferenza convocato dal Mise sulla vertenza Whirlpool
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  È iniziato in videoconferenza l’incontro sulla vertenza Whirlpool convocato dal Mise con azienda, sindacati e enti locali. Presiede il tavolo la sottosegretaria Alessandra Todde. Il gruppo e’ rappresentato da Luigi La Morgia, amministratore delegato di Whirlpool per l’Italia.

WHIRLPOOL: “DAL 1 APRILE 2021 LICENZIAMENTI A NAPOLI

Dopo la cassa integrazione per Covid fino a marzo per lo stabilimento di Napoli dal 1 aprile l’azienda intende avviare la procedura per il licenziamento collettivo dei lavoratori partenopei. È quando emerge dal vertice in videoconferenza convocato dal Mise sulla vertenza Whirlpool.

LEGGI ANCHE: Da Whirlpool sms ai dipendenti di Napoli: “Dall’1 novembre cessate attività”

“Nel biennio 2019-2020 l’azienda ha investito circa 160 milioni di euro. Si conferma l’impegno negli stabilimenti in Italia e si prevede una crescita in particolare a Siena“. Lo dice, a quanto si apprende, Luigi La Morgia, al tavolo sul futuro di Whirlpool. L’azienda farà richiesta da gennaio fino a marzo di cassa integrazione per i lavoratori di Napoli. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»