Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il sottosegretario Sibilia vuole il ‘super green pass’: “Partire già a dicembre”

green pass
Il sottosegretario all'Interno è d'accordo con la richiesta delle Regioni di prevedere restrizioni solo per i non vaccinati e di consentire a vaccinati e guariti di continuare a svolgere attività
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mentre l’Italia è alle prese con un nuovo aumento dei casi di Covid-19, con le nuove infezioni che hanno sfondato per due giorni di seguito i 10mila nuovi contagi, la politica si interroga su come frenare la nuova ondata. Se il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato che verranno anticipati i tempi della somministrazione della terza dose, le Regioni vogliono chiedere al Governo che, in caso di nuove restrizioni, queste siano rivolte solo ai non vaccinati.

Si fa strada anche l’idea di un ‘super green pass‘, che sul modello dell’Austria – che ha appena annunciato un nuovo lockdown generale – e della Germania, permetta ai vaccinati e ai guariti dal Covid-19 di svolgere attività precluse a chi ha scelto di non immunizzarsi. Il green pass da tampone potrebbe restare valido solo per lavorare e svolgere altre attività considerate essenziali. Infatti, dato che il certificato verde è obbligatorio dal 15 ottobre per tutti i lavoratori, chiedere il green pass rafforzato per entrare sul posto di lavoro equivarrebbe a introdurre l’obbligo di vaccino.

LEGGI ANCHE: Covid, l’Rt in Italia rimane stabile ma incidenza e ricoveri crescono ancora

Una strada che convince il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia è quella di procedere subito con il ‘super green pass’ per non penalizzare le attività produttive e chi si è sottoposto al vaccino, definito dal presidente della Repubblica “un dovere civico e morale“. Per Sibilia, “il confronto tra i decessi di novembre 2020 e 2021 è chiaro: i vaccini stanno salvando tante vite. Ed è necessario evitare che la situazione precipiti come in altri Paesi Ue. Vanno ascoltati subito i presidenti di Regione e il green pass va rafforzato già ad inizio dicembre“, spiega il sottosegretario sui social network.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»