Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Austria torna in lockdown e impone l’obbligo di vaccino

donna_leggere_libro_mascherina
Il cancelliere Schallenberg ha spiegato che da lunedì il lockdown varrà per tutti per un massimo di venti giorni, poi solo per i non vaccinati. E dal 1° febbraio 2022 entrerà in vigore l'obbligo di vaccino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Austria diventa il primo Paese dell’Unione Europea ad imporre il vaccino anti Covid-19. Il governo di Vienna ha infatti stabilito l’obbligo vaccinale dal 1 febbraio 2022 per i cittadini che, a quella data, non avranno ricevuto alcuna dose. Lo ha annunciato il cancelliere austriaco, Alexander Schallenberg (OeVP), parlando alla nazione da Innsbruck.

LEGGI ANCHE: Covid, l’Rt in Italia rimane stabile ma incidenza e ricoveri crescono ancora

Intanto, proprio nel tentativo di porre un freno alla quarta ondata di coronavirus, da lunedì prossimo 22 novembre in Austria entrerà in vigore il lockdown anche per i vaccinati. La misura, ha assicurato il cancelliere, durerà non più di venti giorni e poi proseguirà per i non vaccinati. Lo stesso Schallenberg ha precisato che “si tratta dell’unica opzione possibile“.

LEGGI ANCHE: Covid, in Germania contagi da record. L’italiano a Berlino: “Niente allarmismi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»