fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 18 maggio 2020

NEL VIVO DELLA FASE 2, CONTE: OCCORRE CAUTELA

“Entriamo a pieno regime nella Fase 2”. Da oggi riaprono tutte le attività e Giuseppe Conte invita i cittadini ad essere prudenti. Perchè, sottolinea il premier, “la strada e’ ancora lunga e saranno mesi duri e complessi”. Soprattutto per chi è rimasto senza stipendio e per quei commercianti che rischiano di chiudere per sempre le loro imprese. Nei prossimi giorni il Governo farà il punto con i vertici delle categorie sulla ripresa delle attivita’.

BAGARRE SUL PRESTITO A FCA CON GARANZIA PUBBLICA

Scoppia la polemica su Fiat Chrysler, dopo che l’azienda della famiglia Agnelli ha chiesto un prestito da oltre 6 miliardi con la garanzia dello Stato. Marco Bentivogli, leader dei metalmeccanici della Cisl, e Matteo Renzi difendono la scelta del gruppo. “I soldi serviranno a garantire gli stipendi degli operai e l’indotto”, dicono. Il vice segretario del Pd, Andrea Orlando e l’ex ministro Carlo Calenda frenano e chiedono di monitorare gli impegni del Lingotto che ha sede legale e fiscale rispettivamente in Olanda e a Londra. Dura l’accusa del leader di Azione al governo: “Sono appecoronati ai grandi gruppi”.

SMART WORKING NON E’ PER DONNE, LANDINI: ORA REGOLE E DIRITTI

E’ una fotografia con luci e ombre quella scattata dalla Cgil sullo smart working. Nella ricerca promossa dal sindacato emerge come il lavoro a distanza sia considerato piu’ pesante e stressante per le donne, mentre per gli uomini e’ ritenuto piu’ stimolante. Comunque, il 60% degli intervistati vorrebbe proseguire l’esperienza anche dopo l’emergenza. Per il segretario Maurizio Landini questa tipologia va regolata nei contratti definendo “limiti orari e diritti come quello alla disconnessione”.

COMMERCIANTI PROTESTANO A SAN PIETRO

“Senza turisti non possiamo riaprire”. Un gruppo di commercianti della zona di San Pietro questa mattina ha organizzato una piccola protesta in via della Conciliazione. Per loro la Fase 2 non è iniziata: negozi, bar e ristoranti restano chiusi perchè il turismo religioso non c’è. Alla manifestazione ha partecipato anche la deputata di Forza Italia, Maria Spena, che propone di trattare queste attività come fossero alberghi, per permettere agli esercenti di accedere agli aiuti riservati al settore turistico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

18 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»