Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 22 giugno 2020

I titoli e il tg politico parlamentare della Dire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TAGLIO DELL’IVA, PIACE AL GOVERNO MA BANKITALIA FRENA

Rimodulare l’Iva per una spinta alla ripresa dei consumi, crollati vertiginosamente a causa dell’emergenza Covid. E’ l’idea che piace al governo ma sulla quale c’è molta cautela. “E’ una misura costosa, ma ci stiamo pensando”, ha detto al termine degli Stati generali Giuseppe Conte. Una prima frenata arriva da Bankitalia. Per Vincenzo Visco “serve una riforma complessiva del fisco” e non “un taglio di singole imposte.

CONTE: DA ITALIA GRANDE PROVA DURANTE EMERGENZA 

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si complimenta con l’Italia “per la grande prova di sè” durante l’emergenza coronavirus. “Quando era tutto inaspettato- dice durante la cerimonia di ringraziamento dei medici e degli infermieri della task force della Protezione Civile- gli italiani ne sono usciti grazie alla solidarietà”. Ora però è vietato abbassare la guardia “perchè il virus è ancora tra noi”, come confermato anche dal ministro della Salute Speranza. Gli assembramenti che vediamo questi giorni, ribadisce il ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, “sono uno schiaffo per le 34mila vittime”.

REGIONALI, CENTRODESTRA TROVA ACCORDO SU CANDIDATI

Francesco Acquaroli nelle Marche, Stefano Caldoro in Campania, Susanna Ceccardi in Toscana, Raffaele Fitto in Puglia. Il centrodestra ha trovato l’accordo sui candidati unitari per le regionali di settembre. Questi quattro, annunciano Berlusconi, Salvini e Meloni, “si aggiungeranno alla squadra dei governatori uscenti”, ovvero Giovanni Toti in Liguria e Luca Zaia in Veneto”. Fratelli d’Italia l’ha quindi spuntata nelle Marche e in Puglia, mentre la Lega porta a casa la promessa di esprimere il candidato sindaco in alcuni comuni del centro-sud fra cui Reggio Calabria, Andria, Chieti, Macerata, Matera e Nuoro.

OLTRE 3MILA SPECIE ALIENE IN ITALIA, ALTRE IN ARRIVO

In Italia ci sono già 3mila specie aliene, tra cui non poche sono quelle pericolose. Ma potrebbero anche aumentare: in procinto di aggiungersi a quelle che già nostro malgrado ospitiamo, ce ne sono altre 952, più o meno pericolose. Sono piante e animali, terrestri e marini, originari di altri territori che si stanno trasferendo da noi anche a causa dell’emergenza climatica in atto. Le studia il progetto europeo Life Asap (Alien species awareness program), che terrà il suo congresso finale, online, da domani a giovedì.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»