George Floyd, anche Pescara scende in piazza con ‘Black Lives Matter’

Domani manifestazione contro le discriminazioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PESCARA – Anche Pescara scende in piazza con il ‘Black Lives Matter’ per manifestare solidarietà alle mobilitazioni statunitensi contro il razzismo, nate dopo la morte di George Floyd. L’appuntamento è per il 13 giugno alle 15 in Piazza della Rinascita (piazza Salotto). “La nostra manifestazione- dichiarano gli organizzatori- non vuole essere soltanto un’eco lontana di fatti di cronaca estera, o un atto simbolico per parlare in nome di qualcun altro. Prenderà parola innanzitutto chi il razzismo lo vive ogni giorno sulla propria pelle, per esprimere solidarietà materiale e per ricordare chi è stato ucciso anche in Italia, linciato in carcere o nei centri di permanenza per il rimpatrio, freddato con un proiettile o massacrato dal caporalato, annegato in mare o perseguitato a terra”. Al centro della protesta anche temi come il caporalato e ogni forma di discriminazione. L’obiettivo, dichiarano, “è organizzare un movimento indipendente che duri nel tempo, e che abbia al centro le persone che vivono sulla propria pelle la marginalizzazione”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Usa, nuovo video della violenza della polizia: bambino fermato e ‘imbustato’

Usa, manifestanti abbattono la statua di Cristoforo Colombo davanti al parlamento del Minnesota

George Floyd, libero su cauzione agente arrestato per l’omicidio. E Tinder blocca sostenitori di ‘Black lives matter’

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»