In Liguria Toti firma un’ordinanza ponte per il “green pass” regionale

toti-scaled
Il governatore ha pensato ad un documento che consentirà lo spostamento tra Regioni, a prescindere dalla zona di rischio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Un’ordinanza ponte per dare titolo di “green pass” ai documenti rilasciati dagli enti sanitari regionali, in attesa dell’anagrafe nazionale. È il provvedimento che firmerà oggi pomeriggio il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e che consentirà lo spostamento infraregionale a prescindere dalla zona di rischio. “L’ordinanza riguarderà la certificazione negativa dei tamponi, il documento di guarigione dal Covid e l’attestazione del completamento del ciclo vaccinale- anticipa il governatore- tutte le attività previste per il green pass rilasciano già ora un titolo e l’ordinanza lo riconoscerà come green pass. Una volta che sarà attivato il sistema nazionale, questi documenti saranno migrati nell’anagrafe centrale. Tutte le Regioni partono con un titolo regionale perché il titolo nazionale non esiste”.

“NON SOLO ISOLE COVID FREE, ANCHE PAESINI ISOLATI”

“Non solo isole. Si vaccinino anche tutti i luoghi d’Italia isolati, difficili da raggiungere e dotati di presidi sanitari minimi“. Lo scrive su Facebook Giovanni Toti. “Penso al nostro entroterra ligure– aggiunge il governatore- ma anche a tanti paesini di montagna che hanno diritto allo stesso trattamento legittimo riservato alle isole”.

“TROPPA PRUDENZA RISCHIA DI FAR MORIRE PAESE”

“Piano piano sta riaprendo il Paese, come avevamo chiesto al governo. Siamo sulla strada giusta, adesso serve accelerare sul coprifuoco, serve accelerare per quelle attività che ancora non conoscono una data di riapertura. I numeri ci dicono che stiamo progressivamente andando meglio, con grande attenzione, con grande prudenza, ma anche con un po’ di coraggio, altrimenti di troppa prudenza si rischia di far morire questo Paese“. Così il presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo!, Giovanni Toti, a margine dell’inaugurazione della mostra “L’Italia di Magnum”, al Palazzo Ducale di Genova.

“Il Parlamento, la settimana scorsa, ha votato per la revisione del coprifuoco e queste mi sembrano le volontà del presidente Draghi quando l’ho sentito, ovvero utilizzare tutti gli spazi che il Covid ci lascia per ridare speranza a questo Paese, quel gusto del futuro di cui ha parlato lui stesso- prosegue il governatore- credo ce ne sia bisogno. Tutti si sono resi conto, anche in questa primavera ballerina a causa del meteo, di come ci sia la necessità di cambiare le regole“.

LEGGI ANCHE: Covid, Toti: “Se piove non sia reato ripararsi dentro un locale. E via il coprifuoco”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»