Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Di ritorno da Lipa, l’eurodeputata: ora immagini Balcani nelle città? Giusto

giordania bambini rifugiati
Alessandra Moretti, di recente tornata da una missione in un campo profughi, accoglie la campagna lanciata dalla Dire e la rilancia: "È una splendida iniziativa a cui possono aderire tutte le città italiane"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Affiggere nelle città immagini che documentano cosa sta accadendo lungo la cosiddetta ‘Rotta dei Balcani’ è “una splendida iniziativa a cui possono aderire tutte le città italiane per sensibilizzare i cittadini sulla situazione dei migranti” che intraprendono questo cammino per arrivare in Europa. A dirlo è l’eurodeputata Alessandra Moretti, di recente tornata da una missione nel campo di Lipa dove ha visto con i suoi occhi le situazioni ‘estreme’ in cui versano i migranti. La possibilità di aumentare la consapevolezza su queste situazioni può passare anche dalle città dove appunto potrebbero trovare spazio le immagini di ciò che sta accadendo e per Moretti quella arrivata dall’agenzia ‘Dire’, che ha lanciato l’idea già raccolta da alcune città (tra cui Firenze, Bologna, Lecce e Marsala) è appunto “una splendida iniziativa a cui possono aderire tutte le città italiane per sensibilizzare i cittadini sulla situazione dei migranti sulle rotte balcaniche. Alla disperazione rispondiamo con l’inclusione”, rimarca l’europarlamentare dem.

alessandra moretti tweet balcani

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»