Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Maison Antigone invita le mamme rivittimizzate a segnalare i propri casi all’Onu

giustizia-tribunale
L'associazione fornisce un fac simile da compilare e inviare entro oggi al Csw Communications Procedure, Commissione delle Nazioni Unite sullo status delle donne
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Maison Antigone invita “tutte le mamme rivittimizzate con i loro figli minori dalle istituzioni distorte dalla junk science – quali teoria pas/alienazione parentale, sindrome della madre malevola, diagnosi infondate di disturbo di personalità o del comportamento, sindrome dei falsi ricordi o teorie analoghe – gli stessi ex minori, i loro legali, ma anche tutti i professionisti e testimoni di questa violenza istituzionale, a segnalare entro oggi i casi di cui sono stati testimoni o vittime al Csw Communications Procedure“, la Commissione delle Nazioni Unite sullo status delle donne. Così in una nota l’associazione impegnata a contrastare la violenza contro le donne e le discriminazioni di genere.


Le segnalazioni possono essere inviate all’indirizzo [email protected] Questo il fac simile che si potrà inviare: “La sottoscritta (nome e cognome) nata a…il…residente in…mail…PEC…numero di cellulare…dichiara di ritenere di essere stata vittima, insieme al proprio/a/i figlio/a/i minore/i, di Violenza Istituzionalizzata all’interno dei tribunali italiani, civili e/o penali, distorti dall’uso della teoria Alienazione Parentale (ex Pas), della teoria Sindrome della Madre Malevola o di teorie affini o da queste derivate. Dichiaro la mia disponibilità a testimoniare dinanzi la Vostra Commissione e ad inviare i fascicoli processuali che attestano quanto da me dichiarato, su Vostra richiesta”.

LEGGI ANCHE: La senatrice Valente: “Cambiare le norme nelle separazioni civili, no alla Pas e più tutele”

“Da ben oltre 20 anni a questa parte – si legge nella nota – nonostante una legislazione che criminalizza la DV e gli abusi su minori, nei tribunali civili e penali italiani le madri vittime di violenza domestica continuano ad essere rivittimizzate insieme ai loro figli minori compresi quei minori vittime di abusi incestuosi paterni: tutto ciò avviene grazie ad una ‘scienza spazzatura’ (Paul Fink) che rafforza sistemicamente i pregiudizi contro le madri ed i minori che denunciano abusi”.

L’associazione non si riferisce solo “alla pseudoteoria Pas, ridenominata ‘Alienazione Parentale’, né solo a teorie affini o da quella derivate e diversamente ridefinite nominalisticamente (‘simbiosi’, ostativita, conflittualità, ecc.), ma anche a teorie come la ‘Sindrome della Madre Malevola‘, la cosiddetta ‘sindrome dei falsi ricordi’, la ‘sindrome da anaffettività o la pseudoteoria secondo la quale la protezione di un minore dal padre abusante, anche con accertamento di condanna definitiva, costituirebbe un pregiudizio maggiore e più grave, per il benessere del minore vittima di abusi, del pregiudizio arrecato dall’abuso stesso (una teoria letta molte volte in Ctu perverse)”.

LEGGI ANCHE: Laura Massaro: “Noi peggio dei carcerati, Cartabia invii ispettori al tribunale dei Minorenni di Roma”

“Ci sono voluti oltre 20 anni – prosegue la nota – ma soprattutto una durissima lotta condotta da associazioni minoritarie come la nostra, affinché le stesse importanti Associazioni che gestiscono la lotta alla violenza contro le donne iniziassero a riconoscere realmente la violenza istituzionale sistemica agita su queste donne ed iniziassero ad interessarsene denunciando. Una violenza istituzionale che ancora oggi e nonostante tutto non è totalmente riconosciuta, ma riteniamo sia non compresa anche da associazioni, Commissioni parlamentari, Istituzioni che si occupano di tutela dei minori. Ci sono voluti decenni – ricorda Maison Antigone – affinché la politica e la stessa Commissione Parlamentare di inchiesta sul Femminicidio ed altre forme di violenza sulle donne rilevasse questa distorsione sistemica della Giustizia come problema reale e grave, cosi come avvenuto con i Report di recente pubblicazione” che, secondo l’associazione, “comunque non individua le vere e più profonde cause di questa distorsione giudiziale contro madri e minori: perché esse non riposano solo in una mancata formazione circa la violenza sulle donne e minori, come viene scritto, ma soprattutto ed in realtà su una formazione totalmente distorta ed acritica che è stata a lungo effettuata, sistematicamente basata sulla junk science indicata, includendo le teorie sopra segnalate, in primis Pas o alienazione parentale”, termina l’associazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»