hamburger menu

Dall’Ue piano in due fasi per affrontare i rincari energetici

Emergenza e strutturale, la seconda a partire dal 2023

Pubblicato:31-08-2022 09:38
Ultimo aggiornamento:31-08-2022 09:38
Canale: Europa
Autore:
unione europea
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA –  La Commissione Europea sta lavorando a due interventi differenti per affrontare l’emergenza dell’aumento dei prezzi dell’energia: la prima sarà proposta nelle prossime settimane e riguarderà un meccanismo di emergenza in grado di “alleviare alcune situazioni legate all’impennata dei prezzi causata anche dalle interruzioni delle forniture di gas dalla Russia”, e la seconda, che sarà presentata a inizio 2023, è una riforma più strutturale del modello di mercato che l’Ue ha adottato per l’elettricità”. Lo si apprende da un portavoce della Commissione europea durante il punto stampa quotidiano con i giornalisti.

LEGGI ANCHE: Dal governo Draghi 49,5 miliardi di aiuti per il caro energia: in Ue meglio solo la Germania

“Tutte le misure d’urgenza proposte saranno legate all’approvvigionamento di gas dalla Russia; si tratta di capire come adattare il modello di mercato all’evoluzione delle circostanze”, ha chiarito il portavoce.

LEGGI ANCHE: La Germania apre al tetto al prezzo del gas, Patuanelli: “Già troppo tardi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-31T09:38:25+01:00