Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il 29 settembre secondo appuntamento con “L’ispettore Coliandro”: le anticipazioni

ispettore_coliandro
In onda su Rai 2 in prima serata l'episodio 'Intrigo maltese', nel cast anche Sabrina Impacciatore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mercoledì 29 settembre torna in tv “L’ispettore Coliandro”. La seconda puntata della nuova stagione andrà in onda su Rai2 alle 21.20. La serie, ideata da Carlo Lucarelli, ha come protagonista il poliziotto sui generis interpretato da Giampaolo Morelli, affiancato da Paolo Sassanelli, Veronica Logan e Caterina Silva. 

LEGGI ANCHE: I nuovi episodi dell’ispettore Coliandro in tv: le anticipazioni

Pretty Woman da record, dopo oltre 30 anni in milioni davanti alla tv

L‘ISPETTORE COLIANDRO, RIASSUNTO PRIMA PUNTATA

Nella prima puntata della nuova stagione dal titolo ‘Fantasma‘ Coliandro è stato coinvolto insieme a De Zan in un incidente stradale, a causa del quale è entrato coma. Un misterioso killer ha provato successivamente ad ucciderlo, senza riuscirci. L’episodio, andato in onda il 22 settembre, ha tenuto incollati allo schermo 2.115.000 spettatori, share al 9.9%, battuto in Rai solo dall’evergreen ‘Pretty Woman‘.

ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA DI COLIANDRO

Nella seconda puntata, dal titolo ‘Intrigo Maltese‘, in onda stasera, Coliandro si trova suo malgrado coinvolto nelle indagini di Thea Zahra (Sabrina Impacciatore), una reporter maltese che sta segretamente investigando su un traffico internazionale di cittadinanze, che permettono di aggirare le sanzioni e di favorire il mercato nero. Braccata da due improbabili killer new age e vegani (interpretati da Giovanna Di Rauso e Denis Fasolo), l’inedita coppia di investigatori riuscirà a uscire illesa dai vari pericoli e a sgominare i colpevoli, anche grazie all’aiuto del Cinno (Isparsa Lucarelli), giovane hacker geniale, ingenuo e sempre sorridente – già visto in Corri Coliandro Corri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»