hamburger menu

Covid, l’appello di D’Amato al Governo: “Con i contagi in risalita, torni l’obbligo di mascherina”

L'assessore alla Sanità della Regione Lazio: "Se incidenza e Rt salgono ancora, deve intervenire il Governo per salvare la stagione turistica e l'economia"

27-06-2022 09:53
alessio d'amato
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Se l’incidenza settimanale del Covid e l’indice Rt raggiungeranno valori ancora più alti, il Governo deve decidere di reintrodurre le mascherine obbligatorie. Così salviamo questa importante stagione turistica e la nostra economia. Se invece lasciamo moltiplicare i casi, presto tutti i servizi, pubblici e privati, resteranno sguarniti. Vogliamo questo?”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, in un’intervista a ‘Il Messaggero’. In Italia, le mascherine non sono più obbligatorie al chiuso dal 15 giugno, salvo poche eccezioni.

LEGGI ANCHE: Speranza: “A ottobre si riparte con i richiami del vaccino Covid”

Secondo l’assessore “la stagione delle chiusure è finita, questo deve essere chiaro, ma dobbiamo difenderci con le mascherine. E non può essere una decisione di una singola Regione, deve essere il Governo a fare questa scelta”. Per D’Amato, che nel Lazio si aspetta “il picco a fine luglio”, i numeri dei positivi “sono sottostimati perché c’è ancora chi si affida al test fai da te e se è positivo non lo comunica. Faccio un appello: chi è infetto, rispetti l’isolamento perché può contagiare una quindicina di altre persone”.

LEGGI ANCHE: I giapponesi vogliono tenere le mascherine. Il Governo: “In estate può fare male”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-27T09:53:09+02:00