Migranti, Di Maio: “Faremo più di Salvini, non ci vuole molto”. E Conte prepara la “svolta risolutiva”

Il premier e il leader dei 5 Stelle attaccano da New York l'ex alleato di governo dopo l'accordo trovato ieri a Malta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Io rispetto le opinioni di tutti, e’ nel mio dna, ma vorrei rimarcare che in passato tenevamo persone in mare e poi la redistribuzione era affidata alle mie telefonate e a quelle di Moavero. Ritenere che non sia un passo avanti non e’ sostenibile”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a New York, in merito alle critiche sollevate da Matteo Salvini sulle intese raggiunte a Malta sul tema dell’immigrazione.

“Presto- aggiunge Conte- ci vedrete ritornare con nuove buone notizie per un sistema di rimpatri molto piu’ efficace a livello europeo. L’Italia sta preparando una svolta risolutiva”.

LEGGI ANCHE: Patto sui migranti, Conte: “Salvini non sia invidioso”

DI MAIO: FAREMO PIÙ DI SALVINI, NON CI VUOLE MOLTO

Sull’immigrazione e i rimpatri “faremo più di Salvini, forse non ci voleva molto”. Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parlando a New York.

Quanto alle accuse di Salvini sul numero degli sbarchi e l’intesa di Malta, Di Maio ricorda che “già con i barchini che sono arrivati fino ad oggi e anche con il precedente governo i migranti vengono redistribuiti”.

Comunque, sottolinea, “non credo questa sia la soluzione definitiva, la soluzione sono accordi di rimpatrio”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»