Letta: “Mi sono messo in testa di fermare la crisi del Pd”

enrico letta
Il segretario del Partito Democratico ha parlato all'assemblea dei senatori, ribadendo l'importanza dell'unità interna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi sono messo in testa di fermare la crisi del Pd“. Enrico Letta ricorre a una dichiarazione non priva di enfasi per sottolineare la determinazione con cui vuole risollevare le sorti dei Democratici. Quella del partito è “una crisi sulle politiche e una nei rapporti umani deteriorati“, dice il segretario parlando all’assemblea dei senatori. “Da 10 giorni abbiamo dato un segnale forte alla nostra gente, al governo, agli altri partiti, al Paese”, aggiunge.

“UNITI ALLA SFIDA CON LA DESTRA, O PER ME POSSIAMO NON GIOCARE”

Guarda in prospettiva il segretario del Pd Enrico Letta e avverte i senatori del partito, riuniti nella Sala Capitolare di Palazzo Madama: “Se arriviamo alla sfida con la Lega e con il centrodestra con la torre di Babele– dice a proposito delle divisioni interne- per me la sfida del 2023 possiamo pure non giocarla, abbiamo già perso“. E aggiunge: “Non ho mai visto nessuno vincere con le vendette”.

“AUTONOMIA NON SIGNIFICA FARE DA SÉ: GRUPPI E PARTITO SI SOSTENGONO A VICENDA”

Enrico Letta descrive ai senatori la sua idea di autonomia degli organismi parlamentari. “Gruppi e partito – dice – si sostengono a vicenda. Autonomia non vuol certo dire che uno va in una direzione e uno in un’altra”. Rivolgendosi ai deputati, questa mattina, il leader dem aveva invitato a parlare il linguaggio della verità. Anche al Senato promette e chiede lealtà: “Sincerità totale, verità totale: dal confronto tra noi capirò se c’è un confronto vero o finto. La sincerità – ribadisce – deve marcare i nostri rapporti”. Questo non vuol dire affidarsi a un unanimismo di facciata. “Unità non è unanimità. Non c’è niente di male se i gruppo si confrontano e competono su un nome”, aggiunge il leader dem.

“FAREMO LA CONSULTAZIONE DEI CIRCOLI”

Il Pd andrà alla consultazione dei circoli. Dopo averlo annunciato all’atto dell’insediamento, Enrico Letta lo ribadisce ai senatori riuniti nella Sala Capitolare. “Sono totalmente convinto, serio e determinato sulla consultazione dei Circoli. Ai nostri militanti gliene abbiamo fatte anche troppe!“, dice l’ex premier.

LEGGI ANCHE: Pd, Marcucci scrive a Letta: “Sì a capigruppo donne, ma nessuna imposizione”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»