Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Guerini: “La minaccia del terrorismo è sempre presente. Africa attenzionata”

LORENZO_GUERINI_IMAGO
Il ministro della Difesa: "L'epilogo in Afghanistan ha potuto lanciare un messaggio alla rete globale del terrorismo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Nicolò Rubeis

MILANO – “La minaccia terroristica è sempre presente, sicuramente l’epilogo in Afghanistan ha potuto lanciare anche un messaggio alla rete globale del terrorismo presente in altre realtà. Guardiamo con particolare attenzione alle dinamiche della minaccia terroristica soprattutto in Africa“. Il monito arriva dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, oggi a Rho (Milano) per visitare la fiera sulla sicurezza.

“C’è un’attenzione della comunità internazionale e un impegno sul fronte del contrasto e della costruzione di maggiori capacità delle forze armate di sicurezza locali nei Paesi in cui questa minaccia è presente”, continua il ministro. “Si sta agendo sia sotto il profilo dell’impegno delle organizzazioni internazionali di riferimento, sia nell’attività di addestramento delle forze armate di sicurezza locale“. Il tutto, conclude Guerini, per arginare una minaccia, come quella terroristica, “che ci deve vedere sempre molto attenti sia sotto il profilo delle analisi sia delle misure”.

LEGGI ANCHE: Di Maio ancora minacciato dall’Isis. La sua foto in una rivista dello Stato islamico

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»