Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Riabilitazione, edizione del 21 luglio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– DI RENZO (IDO): PER LAVORARE CON INFANZIA FONDAMENTALE FORMAZIONE PSICODINAMICA

“La formazione psicodinamica è imprescindibile per lavorare con l’infanzia perché il bambino è l’insieme di tutte le componenti tra cui, primaria, quella psico-affettiva e affettivo corporea attraverso la quale passano tutti i messaggi fondamentali dall’esterno”. A dirlo è Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO e direttrice del Corso quadriennale di specializzazione in Psicoterapia psicodinamica dell’età evolutiva della Fondazione MITE, che inaugurerà il nuovo anno a gennaio 2022 e per il quale si sono aperte le iscrizioni.

– PARKINSON, RICERCA CATTOLICA EVIDENZIA IMPORTANZA TECNOLOGIE

L’Università Cattolica di Milano, in partnership con Confederazione Parkinson Italia e Fresco Parkinson Institute, si è fatta promotrice di uno studio indirizzato a esplorare l’impatto della pandemia sul percorso assistenziale e sulle condizioni psico-sociali delle persone con Parkinson in Italia. I risultati dello studio evidenziano come il 66% dei pazienti ha dichiarato di avere interrotto per lunghi periodi le attività di riabilitazione, il 55% ha ricevuto disdette da parte delle strutture sanitarie o dei medici per visite mediche programmate, mentre il 29% ha cancellato personalmente le prenotazioni per paura di contrarre il virus. Per colmare questo gap i pazienti hanno fatto affidamento sulle tecnologie digitali. “Nell’immaginario sociale, le persone con Parkinson sono concepite come soggetti anziani con basse competenze informatiche. Al contrario, gli esiti della nostra ricerca evidenziano come il ricorso alle tecnologie digitali sia molto frequente tra gli intervistati, anche più anziani”, ha dichiarato la dottoressa Linda Lombi, responsabile scientifico dello studio.

– SANTA LUCIA: RICERCA SU RUOLO DIETA NELLA NEURORIABILITAZIONE

Secondo una review promossa dal Santa Lucia Irccs, pubblicata dalla rivista scientifica ‘Neuroscientist’, una cattiva alimentazione e la conseguente disfunzione del microbiota possono avere impatti severi nello sviluppo di malattie neurodegenerative e neuroinfiammatorie. Attualmente sono già attivi, presso l’ospedale di neuroriabilitazione romano, numerosi progetti di ricerca volti a determinare l’efficacia della dieta per la prevenzione e il supporto al percorso di neuroriabilitazione in pazienti affetti da sclerosi multipla, Parkinson o Alzheimer. “La ricerca traslazionale, missione primaria di ogni Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, come il Santa Lucia- afferma il dg Edoardo Alesse- è quell’attività che immediatamente porta i suoi effetti nella vita delle persone e dei pazienti. Sviluppare il tema dell’alimentazione rientra negli obiettivi che ci poniamo ed è particolarmente efficace poiché affronta il tema della prevenzione e della riduzione dei fattori ambientali che contribuiscono allo sviluppo di malattie del sistema nervoso”.

– DISTROFIA MUSCOLARE, DA TELETHON E UILDM BANDO PER 913MILA EURO

“Annunciati i tre progetti vincitori del bando clinico Telethon-Uildm dedicato alle distrofie, per un totale di 913mila euro: a coordinarli saranno Stefano Previtali dell’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano, Elena Pegoraro dell’Università di Padova e Marika Pane del Policlinico Gemelli di Roma, con il coinvolgimento complessivo di 35 ricercatori clinici e 17 centri di riferimento sull’intero territorio nazionale. “Il progetto- spiega l’associazione Uildm- si focalizzerà sulla distrofia muscolare di Duchenne, malattia genetica caratterizzata dal progressivo deterioramento dei muscoli scheletrici e respiratori, oltre che del cuore. L’obiettivo sarà quindi approfondire la caratterizzazione clinica di questi specifici pazienti e chiarire i meccanismi molecolari alla base della loro manifestazione più attenuata della malattia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»