fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 19 ottobre 2020

SCONTRO SINDACI-GOVERNO SUL DPCM

L’obbligo di chiusura di strade e piazze dopo le 21 per evitare gli assembramenti diventa terreno di scontro tra i sindaci e il governo. La norma, presente nel Dpcm annunciato ieri sera da Palazzo Chigi, e poi cancellata, ha alzato nuovamente la tensione tra l’esecutivo e i comuni che sulla lotta al virus sembrano avere visioni diverse. “Ci prendiamo le nostre responsabilità, ma il governo deve assicurare i controlli, i sindaci non dispongono delle forze dell’ordine”, attacca il presidente dell’Anci, Antonio Decaro. Il Viminale ha chiarito che le chiusure saranno valutate e decise con i Prefetti.

CALENDA SI CANDIDA SINDACO DI ROMA, PD FREDDO

Dopo aver ufficializzato la candidatura a sindaco di Roma, Carlo Calenda torna a ribadire la propria contrarietà alle primarie del Partito democratico. Sono uno strumento “senza senso”, ha spiegato l’ex ministro dello Sviluppo economico. Con il Pd è stallo perchè, secondo i dem, chiamare al voto i militanti del centrosinistra è l’unico modo per scegliere un candidato unitario.
Se il leader Nicola Zingaretti lo invita a partecipare ad un percorso che “è aperto a tutti”, il vicesegretario Andrea Orlando è ancora più netto: “Trovo discutibile che il leader di Azione metta in discussione lo strumento delle primarie con argomenti stravaganti”.

ZINGARETTI: IL MES NON SI LIQUIDA CON UNA BATTUTA

Il no di Conte al Mes agita la maggioranza, con Pd e renziani delusi dalle parole di ieri del premier. Secondo il segretario Nicola Zingaretti il tema “non può essere liquidato con una battuta, va discusso in parlamento”. Dello stesso tenore Matteo Renzi che bolla come “un grave errore” la posizione di Conte sul fondo Salva-Stati. “Così- sostiene l’ex premier- Conte fa un danno a tutti”. Il commissario europeo Paolo Gentiloni vede nel Mes “una grande opportunità per l’Italia”, mentre il viceministro dell’Economia Antonio Misiani, pur rispettando il parere del presidente del Consiglio, si dice più positivo sull’utilizzo di questo strumento. Caustica Giorgia Meloni. “Finalmente Conte ci dà ragione- commenta la leader di Fratelli d’Italia- il Mes non è un regalo”.

GRETA THUNBERG INCONTRA IL PREMIER CONTE

Non solo Covid, il mondo è alle prese anche con la crisi climatica, che continua a mettere a repentaglio il futuro dell’umanità. Cosa fanno l’Italia e l’Europa? Su questo, Greta Thunberg, la giovane svedese paladina del clima, ispiratrice dei Fridays for Future, insieme alle colleghe italiane Martina Comparelli e Laura Vallaro, incontrerà stasera in videoconferenza il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. “Discuteremo di come l’Italia e l’Ue devono trattare la crisi climatica”, segnalano le giovani attiviste.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

19 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»