fbpx

Tg Sanità, edizione del 18 marzo 2019

IL REGISTRO NAZIONALE DEI TUMORI È LEGGE

È stato approvato alla Camera in via definitiva il Registro nazionale tumori. Il provvedimento mette a sistema i dati oltre 40 Registri regionali e dei sistemi di sorveglianza con lo scopo di incrementare il monitoraggio e la prevenzione dei tumori e altre patologie sul territorio italiano. Entro il 30 settembre di ogni anno il ministro della Sanità dovrà riferire al Parlamento sull’attuazione della legge. La titolare del dicastero della Salute, Giulia Grillo, ha parlato di “uno strumento strategico per la prevenzione”.

AL VIA LA SETTIMANA LILT PER LA PREVENZIONE ONCOLOGICA

Prevenzione, corretti stili di vita, tutela della qualità degli alimenti e fake news. Questi i temi della 18esima Settimana nazionale per la prevenzione oncologica, partita ufficialmente sabato e inaugurata proprio al ministero della Salute. La settimana promossa dalla Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) vede iniziative in tutta Italia: gazebo per una corretta informazione, 400 centri di prevenzione e 106 sedi provinciali Lilt dove saranno erogate visite gratuite.

CURE PALLIATIVE, ANCORA TROPPE DIFFERENZE NORD-SUD

“Colpisce il fatto che c’è sempre molta attenzione sul nascere e poca sul morire”. È partita da qui la riflessione del ministro della Salute, Giulia Grillo, presentando a Roma lo stato di attuazione della legge 38/2010, relativa all’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. Sono stati illustrati traguardi e criticità della legge. Positive le nuove figure professionali, la certificazione specialistica richiedibile e le reti attivate per adulti e bambini. Permangono però modelli organizzativi difformi tra Nord e Sud, mancanza di formazione medica specifica e scarsa informazione.

SORVEGLIANZA OSTETRICA CONTRO MORTE DURANTE PARTI

Di parto si muore ancora e nel nostro Paese si calcolano 9 decessi di donne per 100mila nati vivi. Tra le cause principali di morte ostetrica la prima rimane l’emorragia, seguita dai disordini ipertensivi; tra quelle non ostetriche troviamo le patologie cardiovascolari e la sepsi. La morte sarebbe prevenibile con una migliore assistenza per il 45% di quelle segnalate. Sono i numeri del Primo Rapporto Nazionale dell’Italian Obstetric Surveillance System, coordinato dall’Istituto superiore di sanità. La Sorveglianza ostetrica ISS, avviata nel 2008, oggi conta su oltre 400 presidi sanitari in 13 Regioni che raccolgono il 91% dei nati del Paese. L’obiettivo dei prossimi due anni è il raggiungimento della copertura nazionale.

‘LA SETTIMANA DEL CERVELLO’, 834 EVENTI IN 800 CITTÀ

Quella appena trascorsa è stata la settimana del cervello. Istituzioni, ospedali e centri di ricerca hanno dedicato sette giorni alla sua conoscenza. La ‘Brain awareness week’, che ha l’obiettivo di diffondere i benefici e i progressi delle scoperte nell’ambito della neurobiologia, ha visto la partecipazione di 800 città italiane, 20 regioni, con 834 appuntamenti diversi e più di 1.000 professionisti tra psicologi, psicoterapeuti, neuropsicologi, biologi, neuroscienziati e medici. In Italia la campagna è giunta alla sua quarta edizione ed è organizzata e coordinata da Hafricah.net, un portale di divulgazione neuroscientifica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

18 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»