“Bye bye Zaki”: polemiche dopo il post del segretario della Lega di Modena

Polemiche per il post di Luca Rossi, segretario del Carroccio di Modena. Michela Montevecchi (M5s): "Lega si dissoci"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – La Lega prenda le distanze pubblicamente da Luca Rossi, segretario del Carroccio a Modena, dopo le sue esternazioni sui social network riferite al prolungamento della detenzione in Egitto, dello studente dell’Universita’ di Bologna, Patrick Zaki. A chiederlo e’ la senatrice bolognese del Movimento 5 stelle, Michela Montevecchi, vicepresidente della commissione Cultura e membro della commissione Diritti umani, in riferimento al post su Facebook di Rossi in cui si legge: “Esistono Paesi seri come l’Egitto che non si lasciano condizionare dalle Ong. Bye bye Zaki.

“Le dichiarazioni del segretario modenese leghista sono inqualificabili e non meriterebbero attenzione in un Paese dove il rispetto dei diritti umani fosse un valore saldo. Ma questo segretario ci dimostra che non e’ ancora cosi’ e allora e’ bene ribadire- dice Montevecchi- al di la’ del fatto che questo signore dimostra di non sapere minimamente di che cosa sta parlando, con le sue dichiarazioni entra senza rispetto in un campo delicato e piu’ grande di lui”.

Per questo, la pentastellata, “come membro della Commissione Diritti Umani, che si e’ impegnata alacremente a chiedere la liberazione di Patrick dall’inizio, mi auguro che la presidente Stefania Pucciarelli e il suo partito di appartenenza, la Lega, prendano le distanze pubblicamente. E soprattutto auspico che questo signore abbia la serieta’ di porgere le proprie scuse alla famiglia del giovane Patrick”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»