Tg Sanità, edizione del 17 maggio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COVID. SPERANZA: PRUDENZA POI ALLENTARE E SUPERARE COPRIFUOCO

 
“Possiamo proseguire con ragionata fiducia verso le graduali riaperture delle altre attività, mantenendo la necessaria prudenza. Con i dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante la visita agli Internazionali d’Italia di Tennis al Foro Italico di Roma la settimana scorsa. “Questo è possibile grazie alle misure adottate in questi mesi e ai comportamenti corretti della stragrande maggioranza delle persone- ha proseguito Speranza- e naturalmente grazie alla campagna di vaccinazione, leva fondamentale per aprire una nuova stagione nel Paese”.
 

COVID. RT TORNA A SCENDERE A 0,86. IN CALO ANCHE INCIDENZA

 
“Nel periodo compreso tra il 21 aprile e il 4 maggio, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,86, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (quando si attestava a 0,89 ndr), e sotto l’uno anche nel limite superiore”. È quanto emerso dalla bozza del monitoraggio settimanale sul Covid-19 dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute. Continua anche il calo dell’incidenza, che resta comunque elevata e ancora lontana da livelli che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi. Intanto passano in area gialla le regioni Sicilia e Sardegna, resta invece in area arancione la Valle d’Aosta. Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla.
 

VACCINO. FIGLIUOLO: IN ARRIVO 20 MILIONI DI DOSI

 
“Per la prima volta gli arrivi di vaccini in un mese supereranno i 20 milioni di dosi e si potrà dare ancora più velocità ad una campagna che ha già superato i 26 milioni di somministrazioni”. Lo ha detto il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo in un’intervista rilasciata al ‘Messaggero’. “La questione degli approvvigionamenti è cruciale, ma abbiamo lavorato molto anche per aumentare la potenzialità della macchina- ha spiegato Figliuolo- che ha dimostrato di poter fare 500mila iniezioni al giorno”. Quindi a giugno, con più vaccini, questa potenzialità potrà essere espressa “con maggiore regolarità e incrementata grazie a nuovi punti vaccinali”.
 

COVID. IPPOLITO (CTS): SE TUTTO VA BENE IN AUTUNNO SI PARLERÀ CALCIO E NON DI VIRUS

 
“Se alla fine dell’estate il tasso di copertura vaccinale complessivo sarà superiore al 65-70% e se tutte le persone più a rischio saranno state messe in sicurezza, i reparti ospedalieri e le terapie si svuoteranno, e i decessi si ridurranno drasticamente”. Così Giuseppe Ippolito, membro del Cts e direttore scientifico dell’Istituto nazionale Malattie infettive Spallanzani di Roma, nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia Dire. “È esattamente quello che sta succedendo in Israele o in Gran Bretagna, due nazioni che sono più avanti di noi nell’immunizzazione. A quel punto- ha proseguito Ippolito- posso ipotizzare che in autunno, con le dovute attenzioni, nei bar si potrà tornare a parlare del campionato di calcio e non delle curve epidemiologiche”.

VACCINO. GALLI: IMMUNITÀ DI GREGGE SOLO SE VACCINIAMO BAMBINI

 
“La vaccinazione contro il Sars-Cov2 è molto importante anche per i più giovani, perché è ormai chiaro che, soprattutto con le varianti, questa fascia d’età è un importante serbatoio di infezione”. Così Massimo Galli, direttore del Reparto di Malattie Infettive all’Ospedale Sacco di Milano, nel corso di un incontro per il ciclo di alta formazione ‘Horizon Academy’, ha commentato l’approvazione da parte dell’FDA di somministrare ai ragazzi dai 12 ai 15 anni il vaccino anti-Covid Pfizer. “Non potremo auspicare all’immunità di gregge- ha quindi aggiunto Galli- se non saremo in grado di vaccinare nel più breve tempo possibile anche i bambini e i ragazzi”.
 

PARTE DA FIRENZE CONGRESSO FNOPI: TRE RICHIESTE AVANZATE AL GOVERNO

 
“Più organici per far fronte alla carenza che sta assumendo contorni rischiosi per la tutela della salute; subito specializzazioni e nuove competenze per gli infermieri; più forza alla specificità infermieristica riconosciuta nella legge di Bilancio 2021, ma che ora si deve sviluppare e crescere ancora”. Le richieste arrivano dagli infermieri della Federazione nazionale ordini delle professioni infermieristiche, nel corso del loro congresso congresso itinerante, in circa 20 tappe, che da maggio a dicembre toccherà tutto il Paese. Con lo slogan ‘Ovunque per il bene di tutti’, l’evento, il primo congresso ‘anti-Covid’ della Fnopi, si è aperto a Firenze.
 

L’INPS IN CAMPO PER LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE TUMORALI

 
Un contributo per coprire i costi di uno screening sanitario per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori della pelle, ma anche dell’apparato genitale. L’Inps ha lanciato per questo un bando rivolto a tutti gli iscritti al Fondo Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, in servizio o quiescenza, fra i 30 e i 65 anni, nati tra il primo gennaio 1956 e il 31 dicembre 1991, a prescindere dalle condizioni di reddito. Il servizio offerto prevede il conferimento di voucher a totale copertura dei costi dello screening sanitario presso le strutture convenzionate. “Si tratta di tre screening– ha spiegato Valeria Vittimberga, direttore centrale Credito, Welfare e Strutture sociali dell’Inps- che contribuiscono alla prevenzione di malattie molto importanti”. Le domande dovranno pervenire entro le ore 12 del 30 novembre 2021 e, se idonee, saranno definite in ordine cronologico di presentazione fino all’esaurimento delle risorse stanziate a bilancio.
 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»