Vigili urbani aggrediti a Reggio Calabria per aver multato un uomo in giro senza motivo

L'uomo ha deciso di regolare con calci e pugni il conto della multa fatta per aver guidato quando non doveva, persino con la patente scaduta e con la figlia a bordo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Se qualcuno ancora crede di essere intoccabile, in questa città, se lo deve togliere dalla testa. Non siete intoccabili nè per la legge, nè per il virus. Ieri alcuni dei nostri vigili urbani, una donna e tre uomini, durante un normale posto di blocco organizzato per garantire la sicurezza della nostra salute, sono finiti in ospedale perchè aggrediti violentemente da un automobilista proveniente da un altro Comune che non aveva alcun valido motivo per essere in giro“. Così il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha commentato l’episodio che ha coinvolto direttamente anche il comandante del Corpo dei vigili urbani.

“Questo tizio – ha aggiunto il primo cittadino reggino – ha deciso di regolare con calci e pugni il conto della multa fatta per aver guidato quando non doveva, persino con la patente scaduta e con la figlia a bordo. Una follia”. “Secondo il referto medico, gli agenti aggrediti ieri guariranno in due settimane – ha concluso Falcomatà – ma quando torneranno in strada continueranno a svolgere il loro dovere senza risparmiarsi, come sempre, andando incontro a incognite ed insidie”. L’uomo è stato sottoposto a fermo giudiziario in attesa delle determinazioni della magistratura.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»