Luviso: “La leadership oltre l’autoghettizzazione”

donne
Giurista informatica, giornalista ed esperta di crimini informatici, ha ideato il progetto innovativo "Donne in gioco"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le 21 madri del ’48 ci hanno dimostrato come si potesse lavorare e raggiungere obiettivi e non svendersi”. A parlare, rievocando quel momento storico decisivo, è Elena Luviso, giurista informatica, giornalista ed esperta di crimini informatici, che ideato il progetto innovativo “Donne in gioco”, colonna portante del 70°anniversario Diritto al Voto delle Donne e che è tra le organizzatrici della presentazione di venerdi del libro della senatrice Binetti ‘La leadership femminile’.

“Tengo particolarmente a questo tema, ho 50 anni e ho iniziato a 17, e c’è stato un lungo silenzio generazionale dopo il movimento femminista di cui io stessa ho risentito. Il concetto di leader è sempre esistito, dopo il momento dalle madri costituenti e il movimento femminista e femminile è calato il silenzio. Questo evento di venerdi deve servire a fare da snodo per trasmettere alle nuove generazioni un messaggio sulla leadership femminile in ottica interdisciplinare, per saper fare da squadra”. Obiettivo è che “questo confronto sia un primo snodo per superare la stereotipia e l’autostereotipia, ovvero l’autoghettizzazione che ha portato alla frammentazione. È questo il vulnus” ha concluso la giornalista.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»