Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Porto di Gioia Tauro, oggi l’arrivo del primo treno dal gateway

porto gioia tauro
"Si apre un capitolo importante per tutto il Paese" dichiara alla Dire l'amministratore unico di Mct Antonio Testi nel corso dell'incontro con la stampa sul resoconto delle attività portuali 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Oggi entrerà, nell’area portuale di Gioia Tauro, dal gateway ferroviario, il primo treno merci. Abbiamo completato le fasi di collaudo. Il 23 dicembre arriverà un nuovo convoglio ferroviario e dal 2021 sarà un servizio stabile vero e proprio. Da oggi il sogno diventa realtà, il porto diventa intermodale”. Così il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Gioia Tauro Andrea Agostinelli nel corso della conferenza stampa sul resoconto dell’attività 2020.

Il gateway ferroviario di Gioia Tauro (Reggio Calabria), operativo da oggi con l’arrivo e la partenza del primo treno merci, si estende nel territorio compreso tra i Comuni di Gioia Tauro e di San Ferdinando. Si sviluppa, in parte, nell’area doganale in concessione al terminalista MedCenter Terminal e nella zona dell’interporto. Occupa una superficie di 325mila metri quadrati. La lunghezza complessiva dei nuovi binari è di 3.825 metri, dei quali 2.761 in area terminal contenitori e di 1.064 nel terminal intermodale.

“Si apre un capitolo importante non solo per il porto di Gioia Tauro ma per tutto il Paese. Il progetto di rilancio dello scalo di Mct in questa area si è basato su investimenti concreti sulle infrastrutture, sul personale e sulla movimentazione di teus che hanno raggiunto i 3 milioni”. Così alla Dire l’amministratore unico di Mct Antonio Testi, oggi a Gioia Tauro (Reggio Calabria), nel corso dell’incontro con la stampa sul resoconto delle attività portuali 2020. “Con oggi – ha aggiunto – una nuova parte di investimenti prende il via, con l’arrivo di un moderno servizio intermodale ferroviario che prevede tre aste da 800 metri che garantiranno la composizione di treni da 750 metri che serviranno non solo il nord Italia ma anche il mercato europeo. Siamo fieri – ha concluso Testi – di aver contribuito al rilancio del porto e di avere sempre creduto nelle potenzialità della Zes e dell’intermodalità ferroviaria”.

AGOSTINELLI: “A GIOIA TAURO PRIMATO NAZIONALE PER TRANSHIPMENT”

“Per il porto di Gioia Tauro l’anno in corso è quello della riconquista del primato nazionale nella classifica del transhipment e tra gli scali di settore più importanti del Mediterraneo”. Così il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Gioia Tauro (Reggio Calabria) Andrea Agostinelli nel corso della conferenza stampa sulle attività 2020.
“A suggellare il percorso compiuto – ha aggiunto – è la crescita dei traffici balzati in avanti di circa il 25% per un totale di movimentazione di oltre 3 milioni di teus. Gioia Tauro – ha concluso Agostinelli – è l’unico scalo nazionale e tra i pochi del Mediterraneo che riesce a fare attraccare le portacontainer da 400 metri, 60 di larghezza e con una capacità di portata superiore ai 22 mila teus”.AGOSTINELLI: A GIOIA TAURO PRIMATO NAZIONALE PER TRANSHIPMENT

CATALFAMO: “TRAGUARDO IMPORTANTE”

“L’avvio del gateway al porto di Gioia Tauro offrirà una valenza internazionale allo scalo, rappresenta un traguardo importante perché la sua stessa posizione lo inserisce come porta dell’Europa nel Mediterraneo. Questo risultato consentirà di avere maggiori opportunità di crescita non solo per la Calabria ma anche per tutta l’Italia”. Così l’assessora alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Calabria Domenica Catalfamo oggi a Gioia Tauro, commentando l’arrivo del primo treno merci all’interno dell’area portuale dal nuovo gateway.
“È un’occasione di valorizzazione – ha concluso – che tutti gli attori istituzionali coinvolti devono tenere in considerazione”.

NISTICÒ: “GATEWAY SARÀ DA IMPULSO PER LE IMPRESE”

“Il completamento del gateway ferroviario del porto di Gioia Tauro rappresenta un presupposto importante per vitalizzare ulteriormente la Zona economica speciale (Zes). Possiamo contare finalmente su una concreta intermodalità per darci maggiore operatività all’interno di una straordinaria struttura portuale che anche in un momento di crisi, ha avuto sempre incrementi di navi”. Così la commissaria governativa della Zona economica speciale di Gioia Tauro (Reggio Calabria) Rosanna Nisticò che ha preso parte oggi alla conferenza stampa dell’Autorità portuale sul resoconto delle attività 2020.
“Questa opportunità – ha concluso – sarà da impulso per la localizzazione di imprese in questa area con evidenti ricadute positive sull’indotto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»