Indagine al ministero dell’Istruzione, Bianchi di Castelbianco: “Ho fiducia nella magistratura”

ministero istruzione_imagoeconomica
L'imprenditore: "Massima collaborazione con i finanzieri"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Piena fiducia nella magistratura”. È quanto esprime l’imprenditore Federico Bianchi di Castelbianco in merito alle indagini condotte dalla Gdf che lo vedono coinvolto. “C’è stata massima collaborazione con i finanzieri, ai quali è stata fornita la documentazione richiesta in un clima corretto ed educato, che ha consentito anche la continuità del lavoro in azienda. Si sta parlando di due bandi Mepa da 39.000 euro a cui è stato dato seguito con la realizzazione dei progetti richiesti. La realtà dei fatti sarà accertata. Di certo da quanto riportato nell’articolo del quotidiano ‘La verità’ sui contenuti dell’indagine, non si mira ad attaccare la mia persona, che pure ha una conoscenza ventennale con Giovanna Boda, ma altri nomi visto che sono stati tirati in ballo Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, Giovanni Legnini e il procuratore Francesco Testa, e anche Luca Palamara. E allora è anche su questa fuga di notizie ma principalmente sugli obiettivi nascosti di tale campagna stampa che chiediamo accertamenti da parte delle forze dell’ordine”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»