Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Moto Gp, ad Aragon vince Bagnaia: “Un sogno che si avvera”

bagnaia_foto credits ducati
Dall'Igna (Ducati): "Bagnaia come Pinturicchio, ha pennellato le curve alla perfezione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Credits Ducati

ROMA – Alla fine di un duello che si è protratto per tutta la gara con Marc Marquez, Francesco ‘Pecco’ Bagnaia in sella alla Ducati vince il Gran Premio di Aragon, 13esima tappa del Mondiale classe MotoGp. Per l’italiano si tratta del primo successo nella classe regina. Terza la Suzuki di Joan Mir, quarto Aleix Espargaro (Aprilia), quinto Jack Miller (Ducati). Poi Elia Bastianini (Ducati), settimo Brad Binder (Ktm), solo ottavo il leader del Mondiale, Fabio Quartararo (Yamaha), nono Jorge Martin (Ducati). Chiude la top ten la Honda di Takaaki Nakagami. Solo 19esimo Valentino Rossi (Yamaha), dietro a Maverick Vinales alla sua prima gara in Aprilia.

BAGNAIA: “UN SOGNO CHE SI AVVERA”

“Un sacco di emozioni oggi, sono felicissimo. Abbiamo lavorato tanto per questo risultato, ci siamo avvicinati tante volte, ma non ci eravamo mai riusciti. Per me questa è una liberazione: voglio ringraziare la mia famiglia, la mia ragazza e il team. Non è stato facile stare davanti a Marquez per tutta la gara. Aveva una voglia di vincere incredibile e si vedeva. Questo per me è un sogno che diventa realtà”. Così Francesco ‘Pecco’ Bagnaia che oggi in sella alla sua Ducati ha vinto il GP di Aragon, il primo della sua carriera in MotoGp.

DALL’IGNA: “BAGNAIA COME PINTURICCHIO, GARA PERFETTA”

Bagnaia come Pinturicchio, ha pennellato le curve alla perfezione e ha concluso la gara davanti a un Marc Marquez comunque in forma, altrimenti non avrebbe fatto una gara di un’intensità tale. Complimenti al nostro ‘Pecco’ per la sua prima vittoria in MotoGP!”. Questo il commento a caldo ai microfoni della MotoGp di Luigi Dall’Igna, direttore generale Ducati Corse.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»