In Bolivia distrutti laboratori di cocaina nascosti nella foresta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Due mega-laboratori per la raffinazione della cocaina in grado di produrre circa mezza tonnellata di prodotto puro al giorno sono stati individuati e distrutti dalle autorità nel Parco nazionale Noel Kempff Mercado, un’area dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco nel cuore dell’Amazzonia boliviana. Lo si apprende dai media locali.
L’operazione che ha portato alla scoperta dei due stabilimenti è stata condotta dalle Fuerza Especial de Lucha Contra el Narcotrafico (Felcn) con la partecipazione di elementi dell’intelligence e della Fiscalia de Sustancias Controladas. Il parco si trova nel dipartimento di Santa Cruz, nel nord-est del Paese.

I due laboratori, stando a quanto riferisce il quotidiano locale El Deber, si trovavano a due chilometri di distanza l’uno dall’altro. Uno dei due era stato appena installato e probabilmente non ancora utilizzato, mentre l’altro occupava i locali di una ex struttura per turisti. I laboratori erano localizzati a circa 60 chilometri da un accampamento dei guardiaparchi e a trenta da una pista per aerei ufficialmente in disuso da quasi dieci anni ma, secondo rilevazioni fatte dai cronisti boliviani nei mesi scorsi, in perfette condizioni per operare.
Secondo i documenti del Felcn ottenuti da Deber, le strutture erano probabilmente gestite da narcotrafficanti colombiani. Il ministro degli Interni, Eduardo Castillo, ha inoltre riferito che è probabile che negli stabilimenti lavorassero tra le 40 e le 50 persone, che potevano usufruire anche di una zona per dormire, cucine e stanze di sicurezza. Stando a quanto riporta il quotidiano Pagina 7, da gennaio a oggi le Felcn anno distrutto almeno 13 laboratori di questo tipo, nascosti per lo più nel profondo della foresta.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»