Regionali in Puglia, i sondaggi sorridono a Emiliano

michele emiliano
Il presidente uscente, Michele Emiliano, sarebbe in vantaggio sul suo avversario Raffaele Fitto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Secondo un sondaggio effettuato su mille elettori pugliesi scelti a caso e realizzato dall’istituto Troisi ricerche il presidente della Regione Puglia uscente, Michele Emiliano, sarebbe in vantaggio sul suo diretto competitor Raffaele Fitto, candidato del centrodestra.

L’indagine, pubblicata sul sito Fanpage, si è svolta tra il 5 e il 7 luglio scorsi ed ha sondato le intenzioni di voto senza però porre come alternativa anche Pierfranco Bruni, candidato del Msi – Fiamma tricolore, la cui candidatura è stata formalizzata l’8 luglio.

Alla domanda “Chi ha intenzione di votare come Presidente della Regione Puglia?” il 41,1 per cento ha risposto Michele Emiliano, il 37,6% Raffaele Fitto (centrodestra), il 16,7% Antonella Laricchia (M5S), il 4,2% Ivan Scalfarotto (Italia Viva, Azione, +Europa), lo 0,4% Mario Conca (Lista Conca/ Cittadini pugliesi). Il 41 per cento non ha risposto o ha risposto non so.

Al quesito “Secondo lei chi vincerà le elezioni regionali?”, il 48,5 per cento degli intervistati che hanno risposto ha detto Emiliano, il 38,9% Fitto; l’11,3% Laricchia; l’1,2% Scalfarotto; lo 0,1% Mario Conca. Il 24,2% non sa.

Il sondaggio è stato commissionato dal Partito Democratico Puglia.

LEGGI ANCHE: Sondaggi Dire-Tecnè: l’81% degli elettori M5s vuole Conte leader, il Pd sarebbe il più penalizzato

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»