Regionali Puglia, Pd primo partito: bene liste con Emiliano nel nome

La Lega di Salvini non sfonda il muro del 10%. Il Movimento Cinquestelle si attesta al 9,9%
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BARI – Spoglio delle schede per le elezioni regionali in Puglia praticamente ultimato, mancano appena due sezioni delle 4.026 liste circoscrizionali. Michele Emiliano, centrosinistra, porta a casa 870.117 voti pari al 46,77%. A seguire il centrodestra con il candidato presidente Raffaele Fitto (724.522 voti, il 38,94%), Antonella Laricchia del M5S (206.743 voti, l’11,11%), Ivan Scalfarotto per Italia Viva (29.801 voti, l’1,60%). E ancora, con percentuali che non raggiungono l’1%, Mario Conca appoggiato dalla lista Cittadini Pugliesi (16.523 voti), Nicola Cesaria di ‘Lavoro, Ambiente e Costituzione’ (7.221 voti), Franco Piero Antonio Bruni della Fiamma Tricolore (3.115 voti) e Andrea D’Agosto per ‘Riconquistare l’Italia’ (2.352 voti).

In Puglia il primo partito e’ il Partito democratico che dalle urne incassa 289.011 voti, il 17,2%, seguito da Fratelli d’Italia che, con i suoi 211.570 voti pari al 12,6% si attesta ad essere la prima forza in campo del centrodestra. La Lega di Salvini non sfonda il muro del 10% e con i suoi 160.397 voti si ferma al 9,6%. Se l’Udc non taglia il traguardo del 2%, appaiono appaiati Forza Italia e La Puglia domani rispettivamente con l’8,9 e l’8,4 per cento. Nel campo del centrosinistra bene la lista Con Emiliano che di voti ne prende 110.511 (il 6,6%) e Popolari con Emiliano, 99.590 voti per il 5,9%. Sopra il 2% anche Senso Civico un Nuovo Ulivo per la Puglia (4,2%), Italia in Comune (3,8%), Puglia Solidale e Verde (3,8%) e Emiliano sindaco di Puglia (2,6%). Per Laricchia, in campo per lei il M5S e la lista Puglia Futura – Laricchia Presidente, i numeri della sconfitta parlano chiaro. Il Movimento si attesta al 9,9% (165.004 voti) mentre la lista che porta il suo nome si ferma allo 0,6%. Medesimo discorso anche per Scalfarotto. La “sua” Italia Viva non incassa piu’ dell’1,1% (18.023 voti) mentre la lista ‘Scalfarotto presidente’ raccoglie appena lo 0,3% frutto di 5.062 voti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»