NEWS:

Il maltempo non si ferma, allerta arancione in Toscana e gialla in undici regioni: cosa accadrà

Il presidente della Regione Toscana, Giani: "A Montale, a Prato, a Quarrata sono state fatte ordinanze di evacuazione dai luoghi pericolosi"

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – L’Italia è investita da un flusso di correnti di origine atlantica, all’interno del quale viaggiano perturbazioni in trasferimento da ovest verso l’Est-Europa, tale situazione porterà una nuova perturbazione sulla nostra penisola, con associate precipitazioni che nelle prossime ore risulteranno più frequenti su tutti i settori tirrenici e localmente temporalesche. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

LE REGIONI COINVOLTE

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, giovedì 9 novembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana e Lazio, in estensione dalle prime ore di domani, a Molise, Campania, Basilicata e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, venerdì 10 novembre, allerta arancione per rischio idrogeologico sulla Toscana nord-occidentale, allerta gialla sui restanti settori della regione, sull’intero territorio di Umbria, Lazio, Calabria e Sicilia, su parte di Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Puglia e Sardegna nord-occidentale.

LEGGI ANCHE: C’è allerta meteo, “i volontari lascino Campi Bisenzio”

ALLUVIONE. GIANI: DISPOSTE EVACUAZIONI A MONTALE, PRATO E QUARRATA

“Abbiamo disposto le evacuazioni in alcuni comuni. Segnatamente a Montale, a Prato, a Quarrata sono state fatte ordinanze di evacuazione dai luoghi che possono presentarsi ancora pericolosi, vista l’onda d’acqua che arriverà nella tarda serata e nottata. Prevediamo l’intensità massima dalle 22 alle 3, così ci hanno detto i meteorologi”. Lo dichiara il presidente della Regione Toscana e commissario all’emergenza alluvione, Eugenio Giani, al termine della riunione della struttura di supporto all’attività commissariale.
La decisione, assunta in considerazione dell’allerta arancione in corso, viene interpretata come un atto di prevenzione all’insegna della rapidità, ma anche della flessibilità. “Sarà anche un banco di prova per tutti i lavori che con grande foga e impegno il genio civile e i consorzi di bonifica hanno fatto negli argini dei fiumi che sono collassati e hanno generato l’alluvione del 2 novembre- aggiunge Giani- stasera con una bella pioggia vedremo se reggono”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail