Grandinate killer in Basilicata, Coldiretti: “Colpiti duramente grano e coltivazioni stagionali”

Sul sito della Regione sarà possibile segnalare i danni subito dal maltempo che si è abbattuto in alcune zone sabato scorso
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – Campi allagati, erba dei pascoli distrutta, vigneti, oliveti, verdure rovinate e coltivazioni di cereali abbattute con il lavoro di un intero anno andato perduto nelle aziende agricole con danni incalcolabili. È quanto emerge dal primo bilancio effettuato dalla Coldiretti Basilicata sugli effetti della tempesta d’estate che ha improvvisamente colpito ieri pomeriggio le campagne lucane a macchia di leopardo con vento forte, trombe d’aria, temporali intensi e grandinate killer con chicchi grossi come noci che hanno interessato l’area nord della Basilicata, in particolare i territori nel Potentino di Atella, Forenza e Maschito.

“Duramente colpito – sottolinea la Coldiretti Basilicata – il grano pronto per la trebbiatura e le coltivazioni di ortaggi di stagione. La grandine e’ la piu’ temuta in questa fase stagionale per i danni irreversibili che provoca alle coltivazioni nei campi”. La tempesta di piena estate secondo Coldiretti conferma la tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una elevata frequenza di eventi estremi con manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense con sbalzi termici significativi. “L’agricoltura – conclude l’associazione – e’ l’attivita’ economica che piu’ di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con sfasamenti stagionali ed eventi estremi che hanno causato una perdite pesanti nel corso dell’ultimo decennio”.

SUL SITO DELLA REGIONE BASILICATA SI POTRANNO SEGNALARE I DANNI SUBITI DAL MALTEMPO

La Regione Basilicata ha avviato le procedure per acquisire le segnalazioni dei danni alle strutture e alle produzioni delle aziende agricole che hanno subito danni dal maltempo che si e’ abbattuto sabato in alcune zone della regione. Lo rende noto l’assessore all’Agricoltura Francesco Fanelli che procedera’ successivamente alla valutazione e verifica della presenza delle condizioni sufficienti per dichiarare lo stato di calamita’. L’assessore assicura che i sopralluoghi avverranno nel minor tempo possibile al fine dell’attivazione dell’iter istruttorio previsto per legge. Qualora si verificassero le condizioni, si provvedera’ ad inoltrare al Mipaaf la documentazione necessaria per il riconoscimento dello stato di calamita’. Sul portale istituzionale della Regione (al link https://www.regione.basilicata.it/giuntacma/files/docs/DOCUMENT_FI LE_3061495.pdf) e’ disponibile il modello per la segnalazione dei danni che le imprese agricole potranno utilizzare, corredato con foto, relativamente ai danni subiti dalle strutture produttive.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

6 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»