hamburger menu

Centrodestra, Casini: “Non ha senso rifare le cose del passato. Berlusconi deve unire”

L'ex presidente della Camera: negli scorsi giorni ha fatto visita al leader di FI "Prima per Berlusconi contava vincere a ogni costo. Ma ora il suo compito è di ridurre le divisioni"

berlusconi casini

ROMA – “Il fronte politico-istituzionale è un conto, quello strettamente partitico un altro. Io sono stato impegnato in politica per talmente tanti anni che una cosa l’ho capita bene. Non ha senso rifare le cose che si sono fatte in passato. Il centrodestra ha i suoi protagonisti, l’area centrale anche. Se mi mettessi a rifare le cose che ho fatto per trent’anni, sarei un protagonista consunto”. Lo dice Pier Ferdinando Casini in un’intervista pubblicata sul ‘Corriere della Sera’.

LEGGI ANCHE: Berlusconi: “Forza Italia protagonista del rinnovamento del centrodestra”

L’ex presidente della Camera nei giorni scorsi ha fatto visita al leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. “Con Berlusconi ho fatto un bel pezzo di strada e ho anche litigato – ha ricordato Casini -. Ma il nostro rapporto umano non si è mai interrotto. Abbiamo fatto una lunga passeggiata, mi ha detto ‘sei ancora giovanissimo’, anche se ovviamente non è vero. Per Berlusconi una volta contava vincere e farlo a ogni costo. Adesso, col passare del tempo, ha capito che il suo compito storico è quello di unire, di ridurre le divisioni“. In quest’ottica, secondo Casini, va anche visto il passo indietro sul Quirinale: “Il ritiro della sua candidatura per il Colle credo sia derivato soprattutto da questa consapevolezza”.

LEGGI ANCHE: Salvini: “Qualcuno nel centrodestra ha tradito. Alleanze? No a Renzi e Mastella”

Il leader di Forza Italia era pronto a sostenere la candidatura di Casini per il Quirinale, Salvini e Meloni no. Questo il commento dell’ex leader dell’Udc: “Meloni l’ha detto con chiarezza e da subito. Salvini non da subito ma poi è arrivato alla stessa conclusione: ha preferito Mattarella, a dimostrazione che nella vita non tutti i guai vengono per nuocere”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-06T17:28:52+02:00