Firmato accordo per la facoltà di Medicina all’Università della Basilicata

Il corso partirà con il prossimo anno accademico. La Regione Basilicata ha messo a disposizione 3 milioni di euro per il primo anno e 4 milioni di euro per gli anni successivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – “La firma di questo accordo oggi a Roma pone la parola fine alle attese di tantissimi giovani che vogliono restare in Basilicata per avviare questi studi. Ad appena un anno dal nostro insediamento, il corso di laurea in medicina diventa realta’ testimoniando l’impegno dell’intero governo regionale a trasformare le idee in fatti concreti”. Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, a margine dell’accordo firmato oggi anche dalla rettrice dell’Universita’ degli studi della Basilicata Aurelia Sole, dal ministro dell’Universita’ e della Ricerca scientifica Gaetano Manfredi, e dal ministro della Salute Roberto Speranza. Per Bardi si tratta di un “traguardo storico che abbiamo voluto raggiungere tutti insieme con uno sforzo notevole anche in termini economici”.

LEGGI ANCHE: Unibas, attesi entro il 31 gennaio i fondi per la facoltà di Medicina

La Regione Basilicata ha messo a disposizione 3 milioni di euro per il primo anno e 4 milioni di euro per gli anni successivi per il periodo di vigenza e a integrazione del piano dodicennale Regione/Universita’ 2012-2024, somme che si aggiungono ai 10 milioni di euro all’anno gia’ stanziati nell’ambito dello stesso piano.

Il corso partira’ con il prossimo anno accademico. Per sostenere i costi di funzionamento il ministero dell’Universita’ e della ricerca si impegna ad assegnare un contributo finanziario a favore dell’universita’ per il triennio 2021-2023 pari a 2 milioni di euro annui piu’ 3 milioni annui del ministero della Salute per implementare la ricerca sanitaria nonche’ l’ammodernamento del polo tecnologico sanitario connessi all’avvio della facolta’. Con l’obiettivo di monitorare l’attuazione dell’accordo e il percorso temporale per l’istituzione del corso, si e’ deciso di costituire presso il ministero dell’Universita’ e della ricerca un apposito comitato.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»