Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Volley, fantastiche azzurre: campionesse d’Europa, Serbia battuta 3 a 1

Attacchi devastanti, ace, muri insuperabili: le giocatrici dell'Italvolley hanno trionfato a Belgrado
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Foto di copertina Fipav/Twitter

ROMA – L’Italia femminile di pallavolo torna sul tetto d’Europa. Le azzurre a Belgrado hanno sconfitto in finale la Serbia 3-1 (24-26, 25-22, 25-19, 25-11). E’ il terzo successo continentale per l’Italia dopo i titoli vinti nel 2007 e nel 2009. Le ragazze del ct Mazzanti sono state fantastiche, lasciandosi alle spalle le critiche post Olimpiadi e cancellando il tabù Serbia nella sua ‘tana’. Le vincitrici degli ultimi due Europei negli ultimi anni avevano battuto le azzurre nella finale del Mondiale 2018, nella semifinale degli Europei del 2019 e poche settimane fa proprio nei quarti delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il primo set è stato di grande equilibrio, con le padrone di casa che si sono imposte solo ai vantaggi. Molto combattuto anche il secondo, con l’Italia avanti all’inizio (4-1 e poi 12-10) e la Serbia che ha raggiunto e superato le azzurre (20-19) prima che Egonu e compagne riuscissero a imporsi allo sprint. Nel terzo, invece, dopo una partenza nel segno delle nostre avversarie (8-3), l’Italia ha preso il controllo e chiuso in scioltezza. Il quarto set è stato una passerella azzurra, con attacchi devastanti e un muro insuperabile. Un trionfo. La medaglia di bronzo è andata alla Turchia, che ha sconfitto l’Olanda 3-0. 

MAZZANTI: “IMPRESA STRAORDINARIA”

“E’ bellissimo, la squadra ha fatto una grande cosa. Non ho parole. E’ stato un periodo tostissimo, ma sono contento per le ragazze che si sono andate a prendere questa vittoria. E’ stato faticoso tornare in campo e divertirsi dopo le polemiche di Tokyo. Un estate lunga, in cui abbiamo faticato, si è chiusa con una impresa straordinaria”, le prime parole del ct Davide Mazzanti ai microfoni della Rai dopo la vittoria dell’Italia femminile di pallavolo agli Europei. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»