Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Federica Pellegrini eletta nella Commissione atleti del Cio

pellegrini federica
La nuotatrice, che ha appena chiuso la sua avventura alle Olimpiadi dopo cinque edizioni, resterà in carica per sette anni e dovrà rimandare la partenza da Tokyo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dalla nostra inviata Erika Primavera

TOKYO – Federica Pellegrini è stata eletta per l’Italia nella Commissione atleti del Cio. Le votazioni si sono svolte a Tokyo. Terza con 1.658 voti ricevuti, Pellegrini diventa dunque membro del Cio e una dei quattro atleti che sostituiranno gli altrettanti componenti della Commissione il cui mandato scadrà alla fine di Tokyo 2020: la presidente Kirsty Coventry, insieme a Danka Bartekova, Tony Estanguet e James Tomkins. I candidati in corsa erano 30 in rappresentanza di 30 Nazioni e 19 discipline olimpiche estive. Le votazioni si sono aperte il 13 luglio scorso e si sono chiuse alle 12 di ieri. “Onestamente non me lo aspettavo, sapevamo tutti che era difficile e siamo partiti pessimisti, ma non potevamo fare una grande campagna elettorale perché ero impegnata in vasca. Abbiamo fatto l’ultima rincorsa alla mensa del villaggio e sono molto contenta”, ha commentato la Divina dopo l’ufficializzazione della sua nomina. “Il fatto di potere avere subito una possibilità di rimanere nel mio mondo e fare qualcosa di concreto è un sogno a cui non volevo credere, e invece oggi l’ho esaudito“, ha spiegato.

LEGGI ANCHE: Federica Pellegrini saluta i Giochi con un settimo posto: “Sono felice, momento giusto per smettere”

L’olimpionica azzurra nei 200 sl, primatista della specialità e unica atleta nella storia ad aver partecipato a cinque finali a cinque cerchi consecutive, è entrata nel prestigioso consesso del Comitato Olimpico Internazionale. Pellegrini resterà in carica per 7 anni (non 8 a causa del differimento delle elezioni a causa del rinvio dei Giochi) ed entrerà automaticamente in Giunta e Consiglio Nazionale del Coni. Insieme alla ‘Divina’ sono stati eletti Pau Gasol con 1.888 voti (basket, Spagna), Maja Martyna Wloszczowska con 1.674 (ciclismo, Polonia) e Yuko Ota (scherma, Giappone) con 1.616 preferenze.

RIMANDATA LA PARTENZA DA TOKYO

Un arrivederci durato poco più di 48 ore. Neanche il tempo di salutare i cinque cerchi dalla vasca, che Federica Pellegrini cambia di nuovo i suoi piani. Se domenica scorsa al termine delle gare aveva immaginato subito grandi festeggiamenti per il suo compleanno, domani ne compirà 33, e poi una vacanza prima di dedicarsi alle gare in International Swimming League, la Divina ancora a Tokyo ha accolto la notizia di essere stata eletta come membro Cio in quota Atleti. Un impegno che la terrà occupata nella politica sportiva per sette anni, fino al 2028, in cui dovrà essere portavoce di tutti gli atleti del mondo ma anche componente attiva della Giunta e del Consiglio nazionale del Coni. “E io che pensavo di riposarmi un po’“, ha scherzato con le persone a lei vicine, spiegando di dover quindi rimandare intanto la partenza da Tokyo (prevista domani) per partecipare domenica prossima al giuramento come nuovo membro del Comitato olimpico internazionale.

LEGGI ANCHE: Federica Pellegrini: “Serve una figura femminile per dare supporto psicologico alle nuotatrici”

IL FOCUS SUL BENESSERE MENTALE

Il benessere mentale degli atleti sarà sicuramente uno dei temi che tratterò da membro Cio, un tema che mi ha toccato da vicino. Credo fortemente che gli atleti debbano avere un aiuto psicologico importante, soprattutto con queste pressioni e durante le Olimpiadi, l’evento che crea più pressioni in assoluto. E poi un tema fondamentale sarà quello del doping“. Sono questi gli impegni principali che si prefigge Federica Pellegrini dopo la sua elezione alla Commissione atleti del Cio. “Questa elezione mi apre una finestra importante sul mio mondo ma con un altro ruolo. Sono molto contenta. Sarò sempre connessa alle Olimpiadi, in altre vesti ma sempre con quella da da atleta”, le parole di Pellegrini pronunciate a caldo, non appena il suo nome è stato ufficializzato tra quelli degli atleti eletti. “Il futuro? Questa era la mia ultima Olimpiade: fuori mi aspetta una vita molto eccitante, forse un po’ meno faticosa“, il suo commento riportato dalla Federnuoto. “Quello che voglio fare nel Cio è rendere sempre più facile la vita di un atleta che approccia alle Olimpiadi”, il suo obiettivo, per cui comincerà a lavorare da subito dividendosi tra impegni ufficiali, studio e compiti di rappresentanza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»