Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da Pellegrini a Tamberi, appello degli atleti olimpici alla politica: “Vaccino sia per tutti”

federica pellegrini vaccino
Il Comitato Olimpico Internazionale pubblica un video con i grandi nomi dello sport olimpico e paralimpico che chiedono un accesso equo ai vaccini contro il Covid-19
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Da Federica Pellegrini e Martina Caironi a Gianmarco Tamberi. E poi Valerie Adams, Pau Gasol e Maja Martyna Wloszczowska, fino al presidente del Cio, Thomas Bach. Sono decine i campioni olimpici e paralimpici che si sono uniti in un appello ai leader del mondo per un accesso equo ai vaccini contro il Covid-19: in un video diffuso oggi dal Comitato Olimpico Internazionale, gli atleti provenienti da ogni angolo del pianeta ribadiscono l’importanza di restare uniti per continuare a combattere la pandemia e le sue conseguenze. “Noi uniamo il mondo attraverso la potenza dello sport – il messaggio dei campioni – Ora più che mai dobbiamo essere dalla stessa parte e utilizzare il potere dello sport, insieme al movimento olimpico e paralimpico per contribuire nella vittoria contro il Covid: perché noi andiamo più veloci, andiamo più in alto e siamo più forti quando siamo uniti”, sostengono riprendendo il motto olimpico.

Quindi il punto centrale dell’appello. “Ci è stata data la possibilità di andare avanti grazie a un vaccino sicuro ed efficace che può aiutarci a salvare vite preziose e a proteggere le nostre famiglie e i nostri amici. Per questo chiediamo a governi, fondazioni, organizzazioni sanitarie ed economiche di unire le forze per un accesso equo ai vaccini per ogni individuo nel mondo, perché ognuno ha diritto a vivere una vita in salute”. Il vaccino è una delle ‘armi’ per poter ospitare Giochi Olimpici e Paralimpici in sicurezza, come dimostrato a Tokyo 2020 e come sarà anche per l’Olimpiade invernale di Pechino 2022, al via il prossimo 4 febbraio. Per questo, spiega il Cio in una nota, lo stesso Comitato ha incoraggiato gli atleti a sottoporsi alla vaccinazione e continua a farlo a poche settimane dal via dei Giochi in Cina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»