Vaccino, l’immunologa Viola: “No ad AstraZeneca alle donne under 60, sono più a rischio”

vaccino_astrazeneca
La studiosa dell'Università di Padova frena sull'apertura del governo: "Effetti collaterali gravi più probabili nelle donne giovani, basta con la medicina che non considera il nostro sesso"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “AstraZeneca sotto i 60 anni? Non per tutti”. Lo afferma Antonella Viola, immunologa dell’Università di Padova e direttrice dell’Istituto di Ricerca Pediatrica, a proposito della retromarcia del governo sul vaccino di Oxford, con il commissario Figliuolo che annuncia di voler riaprire alle fasce di età sotto i 60 anni. In questo modo, avverte Viola, “il rischio di effetti collaterali gravi è raro ma maggiore nelle donne giovani“. Pertanto la studiosa suggerisce: “Vacciniamo tutti gli uomini e teniamo fermo il limite di età nelle donne. Basta con la medicina che non considera il nostro sesso”.

LEGGI ANCHE: Vaccino, Figliuolo: “Pensiamo a raccomandare nuovamente AstraZeneca anche agli under 60”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»