hamburger menu

L’immunologa Viola contro Santanchè: “Non mi sono candidata, le scuse sarebbero gradite”

La direttrice scientifica dell'Istituto di ricerca pediatrica 'Città della Speranza di Padova' ricorda le parole della senatrice di FdI in una trasmissione: "Presto sarà candidata con il Pd"

Pubblicato:17-08-2022 17:39
Ultimo aggiornamento:17-08-2022 17:39
Canale: Politica
Autore:
antonella_viola_daniela_santanche
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Circa due anni fa in una trasmissione televisiva in cui sostenevo che il virus non era indebolito e il Covid non era finito, Daniela Santanchè commentò che presto i cittadini mi avrebbero visto candidata con il Pd“. Lo scrive l’immunologa Antonella Viola sul suo profilo Facebook dopo l’ufficializzazione delle liste del Partito democratico per le prossime elezioni politiche. In cui c’è Andrea Crisanti, ma non lei.

Per la direttrice scientifica dell’Istituto di ricerca pediatrica ‘Città della Speranza di Padova’ e docente di patologia all’università patavina, le parole della senatrice di Fratelli d’Italia lasciavano intendere “che dicevo quelle cose e mi mettevo a disposizione dei cittadini durante la pandemia con un solo scopo: entrare in Parlamento (immagino per soldi, perché onestamente non vedrei altre ragioni per preferire il Parlamento alla ricerca)”, precisa Viola. Che poi passa al contrattacco nei confronti di Santanchè: “Ecco, oggi delle scuse sarebbero gradite. Il tempo è galantuomo, sempre!”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-17T17:39:13+02:00