Tg Pediatria, edizione del 4 marzo 2021

In questa edizione: covid e bambini, campagna vaccinale, autismo e obesità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COVID, PIÙ BIMBI CONTAGIATI DAL VIRUS: THEBMJ STUDIA CASI ITALIA E ISRAELE


The British Medical Journal, la rivista della British Medical Association, ha pubblicato un articolo sull’aumento dei contagi da Covid-19 tra i bambini, analizzando i casi di Italia e Israele. Nel Paese mediorientale a gennaio si sono registrati oltre 50.000 bambini e adolescenti positivi al Sars-CoV-2, un numero più alto di qualsiasi altro mese durante la prima e la seconda ondata pandemica. Per l’Italia l’articolo riporta il caso di Corzano, in provincia di Brescia, dove all’inizio di febbraio il 10% della popolazione locale è risultato positivo al virus, e il 60% dei casi era rappresentato da bambini. Una situazione confermata da Paolo Becherucci, presidente Sicupp, commentando i dati dell’articolo e l’avanzare delle varianti.

UN BAMBINO OBESO HA IL TRIPLO DELLE POSSIBILITÀ DI SVILUPPARE DIABETE DA ADULTO

“In Italia circa il 30% dei bambini dai 7 ai 9 anni ha un peso superiore rispetto a quello che dovrebbe avere. Inoltre, un bambino obeso di 7-10 anni ha l’80% delle probabilità di essere obeso anche da adulto, il triplo delle possibilità di essere da adulto affetto da diabete di tipo 2 e sempre il triplo delle possibilità di morire per un accidente cardiovascolare”. Numeri ormai consolidati quelli forniti da Emanuele Miraglia del Giudice, professore ordinario di Pediatria dell’Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, che in occasione della Giornata mondiale contro l’obesità, che ricorre giovedì 4 marzo, punta l’attenzione sulla distribuzione geografica del fenomeno.

COVID, SIP LANCIA CAMPAGNA CONTRO ESITAZIONE VACCINALE

#IoMiVaccino, è questo il claim della campagna lanciata dalla Sip per contribuire a favorire la massima adesione alla vaccinazione contro il Covid-19 e per contrastare l’esitazione vaccinale. Proprio la ‘vaccine hesitancy’, infatti, è stata classificata dall’Oms tra le dieci minacce alla salute globale. Fulcro della campagna Sip è un poster, pubblicato sul sito e sui social della Società, che raccoglie immagini di pediatri fotografati nell’atto della vaccinazione. “Uno degli obiettivi prioritari del medico è quello di sviluppare e divulgare la cultura sanitaria. In un’epoca in cui i social network vengono spesso utilizzati per propagandare fake news è fondamentale fare ogni sforzo per diffondere le informazioni corrette e sconfiggere la paura dei vaccini”, ha sottolineato Annamaria Staiano, vicepresidente Sip. “Unisciti a noi” è l’invito che la Sip lancia ai pediatri di tutta Italia per raccogliere quante più adesioni possibili alla campagna.

AUTISMO, PARTE NUOVO CORSO IDO PER OPERATORI SOCIO-SANITARI SU RIABILITAZIONE

Cosa si può fare a scuola con i bambini che hanno un disturbo dello spettro autistico? Come può un pediatra valutare se un bambino è a rischio a livello neuroevolutivo? E come funziona un progetto di riabilitazione? Sono state davvero tantissime le domande pervenute all’IdO durante i primi tre corsi gratuiti che l’Istituto ha svolto nell’ultimo mese con insegnanti e pediatri. Interrogativi che hanno spinto l’IdO ad organizzare per il 13 marzo un quarto corso gratuito su ‘Autismo – Progetto Riabilitativo Tartaruga DERBBI’, indirizzato questa volta a tutti gli operatori socio-sanitari.

COVID, L’IMMUNOLOGA: VACCINI FUNZIONANO MOLTO BENE

Cosa accade agli operatori che sono risultati positivi al virus dopo una doppia dose vaccinale? A due mesi dall’inizio della campagna vaccinale contro il Covid-19 in Italia ed in Europa restano aperti dubbi e domande. A fare un po’ di chiarezza è l’immunologa Rita Carsetti, che spiega: “In questi operatori sanitari in realtà è stata rilevata una bassissima carica virale e non sarebbe stato possibile per l’operatore trasmettere il virus. Il vaccino funziona molto bene. In realtà tutti i vaccini, e non solo uno”, rimarca la specialista..

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»