Conte promosso, diventerà Re

L'editoriale del direttore Nico Perrone
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “E’ record mondiale“, ha commentato Davide Casaleggio commentando i primi dati sul voto dei militanti del M5S sulla piattaforma Rousseau a favore o contro l’accordo di governo con il Pd.

“Alle 13.19 di oggi ci sono state 56.127 votazioni da parte degli iscritti. Era l’attuale record mondiale di partecipazione on line per una votazione politica. Sono molto contento di questa dimostrazione di democrazia diretta” ha detto ancora Casaleggio. Si voterà fino alle 18, subito dopo si saprà se ci sarà semaforo verde dai militanti grillini. Certo l’imprevisto è sempre dietro l’angolo, ma dopo l’appello rivolto in diretta dal presidente incaricato Giuseppe Conte, e l’ok arrivato alla fine anche dal capo politico Luigi Di Maio, tutti si aspettano la vittoria del sì

Se la tabella di marcia sarà rispettata, già domani in tarda mattinata Conte potrebbe salire al Quirinale per sciogliere la riserva e presentare al Capo dello Stato la squadra del nuovo governo. Il Conte bis, quando partirà, non avrà problemi di numeri nemmeno al Senato. Fatti i conti, ce la farà nonostante la campagna acquisti lanciata dalla Lega che sta cercando di portare all’opposizione i senatori scontenti del M5S. L’asticella è a quota 161, ma chi sta ragionando sui numeri già scommette su 170 sì. Per quanto riguarda i risvolti politici è chiaro che Giuseppe Conte, che solo 15 mesi fa si presentò come avvocato del popolo, nei prossimi mesi diventerà il Re della politica italiana

Già nei sondaggi l’immagine di Conte vola, bisognerà fare attenzione che questo consenso personale non si trasformi in qualcosa di pericoloso per i leader politici che lo sostengono, a partire proprio da Luigi Di Maio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»