“Vaccini? L’unico rischio è l’incompetenza di Salvini”

ROMA – “L’unico rischio che vedo relativamente ai vaccini oggi è rappresentato da un Ministro dell’Interno che parla di cose su cui non ha competenza, assumendosi una responsabilità enorme e facendo campagna elettorale sulla salute dei bambini“. Così la senatrice a vita Elena Cattaneo, farmacologa e biologa, commenta le affermazioni del Ministro Salvini in tema di vaccini.

“Il ministro Salvini- aggiunge Cattaneo- sa quanti milioni di vite sono state salvate grazie ai vaccini? Sa a quali rischi si espongono i bambini non vaccinati venendo a contatto con il virus del morbillo? Sa che i più comuni farmaci antinfiammatori, utilizzati ogni giorno da migliaia di persone tra cui molti bambini, hanno effetti collaterali fino a 1500 volte più frequenti? Sa che esiste una soglia di copertura vaccinale pari al 95%, da cui l’Italia si era pericolosamente allontanata, chiamata ‘immunità di gregge’, che se raggiunta renderebbe un’intera comunità immune dalle malattie oggetto dell’obbligo (che perciò, in quel caso, non sarebbe necessario)?”.

“L’Italia, dallo scorso anno- conclude la senatrice- si è dotata di una legge che coraggiosamente ha stabilito la responsabilità di proteggere la salute dei cittadini con uno degli strumenti più sicuri e validati che la scienza mette a nostra disposizione. Una legge che è stata necessaria per difendere contro allarmismi falsi e pericolosi una delle più importanti conquiste del secolo in campo medico. Mi auguro che questo governo non voglia essere ricordato come quello che, colpevolmente e irresponsabilmente, decide di renderla inefficace”.

22 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»