Tg Scuola, edizione del 5 aprile 2019

Tg Scuola, edizione del 5 aprile 2019

Futura Genova, al via la tre giorni della scuola digitale

Si è aperto ieri ‘Futura Genova’, l’evento organizzato dal ministero dell’Istruzione per raccontare sui territori la scuola digitale, che si terrà in diversi luoghi del capoluogo ligure, fino al 6 aprile. Oltre 8.000 persone coinvolte in incontri, dibattiti, gare di idee per contribuire al percorso di innovazione in atto negli istituti scolastici italiani, nell’ambito del piano nazionale scuola digitale promosso dal Miur. A Genova verranno anche eletti i vincitori del ‘Premio Scuola Digitale’, che ha visto gli studenti italiani sfidarsi nei mesi scorsi a colpi di prototipi. Ma anche quelli della gara di idee sul tema della social innovation e del ‘Womest’, la competizione per le studentesse sulle cosiddette discipline STEM. Una tre giorni all’insegna dell’innovazione e della tecnologia dove i protagonisti sono studenti e docenti della scuola all’avanguardia.

RomeCup, in mostra la robotica inclusiva

Mani bioniche di nuova generazione, esoscheletri per pazienti con lesioni al midollo spinale e protesi speciali per lo sport. Sono alcune delle innovazioni tecnologiche presentate in occasione della RomeCup 2019, la manifestazione di fondazione Mondo digitale che si è tenuta all’università Roma Tre. Dal 2 al 5 aprile – giorno della premiazione degli studenti vincitori della ‘Robocup’ al Campidoglio – il dipartimento di Ingegneria dell’università romana si è trasforma in un laboratorio immersivo. Un’esperienza coinvolgente sul presente e sul futuro dell’uomo e della scienza. Oltre 25 relatori nazionali e internazionali, 148 team di studenti in gara per il titolo di campioni italiani di robotica, 6 contest creativi, 2 hackathon e 40 stand dedicati ai centri di ricerca, alle aziende, alle università e alle scuole. La sfida, per gli organizzatori, è realizzare robot sempre più connessi e intelligenti ma alla portata di tutti, ispirati ai principi di inclusione e sostenibilità.

Mastandrea: “Riportiamo i giovani al cinema”
Schermi al posto delle cattedre e poltrone invece dei banchi. Per trenta scuole d’Italia le lezioni si trasferiscono al cinema, luogo di intrattenimento ma anche di formazione. “Bisogna riportare i ragazzi al cinema e il cinema a scuola, è un lavoro di educazione culturale”, ha detto all’agenzia Dire Valerio Mastandrea, intervenuto a Roma alla presentazione del progetto ‘Cineprof’. Dedicata alle scuole superiori di Lazio e Puglia, l’iniziativa porterà i ragazzi in un viaggio nella settima arte, alla scoperta delle professioni del cinema e del loro apporto tecnico e creativo al linguaggio cinematografico.

Visconti e Magarotto insieme per una società più giusta

Jeans, scarpe da ginnastica, stivaletti, felpe e maglioni alla moda. A prescindere dal loro colore di pelle e dalle loro condizioni sono tutti diversi e tutti uguali gli studenti che oggi hanno riempito l’aula magna del liceo Visconti di Roma. A occupare le sedie dell’aula, i ragazzi che hanno partecipato alla giornata di studi ‘Diversi e Uguali. Una scuola inclusiva per una società più giusta’. Una mattinata voluta dalla preside del Visconti Clara Rech e dalla preside dell’istituto Magarotto Isabella Pinto, per non abbassare l’attenzione sulla necesità di costruire una scuola inclusiva, di tutti e per tutti.Dall’analisi della carta costituzionale, alle carte dei diritti internazionali, passando per le sfide attuali e i casi di cronaca, sono stati analizzate le motivazioni che portano ad aver paura della diversità. Perché non si può restare indifferenti alla violenza e all’odio, bisogna ripartire dalla scuola per dare agli studenti gli strumenti per costruire una società più giusta, basata sull’uguaglianza e sui diritti degli esseri umani.

Violante al Matteucci: “Democrazia sinonimo di informazione”

“La democrazia è sempre a rischio, oggi come ieri, perché non è un bene che esiste in natura ma è frutto della ragione e va curata e tutelata. E l’unico modo per evitare che accada è non lasciare spazio alle logiche di discriminazione. Informatevi, non fermatevi a quello che vi viene detto ma cercate di conoscere come stanno le cose veramente”. Luciano Violante, politico, ex magistrato ed ex presidente della Camera dei deputati, parla così ai ragazzi dell’istituto Carlo Matteucci di Roma, protagonisti di un incontro sui valori della costituzione e della democrazia. Due ore di dialogo in cui i giovani studenti, tra i 18 e i 20 anni, hanno approfondito le caratteristiche dello Stato di diritto attraverso le parole di un docente d’eccezione.


 

Dalle scuole: 

Liceo Ovidio di Sulmona
Dall’11 al 13 aprile la ventesima edizione del Certamen dedicato ad Ovidio.

Liceo Artistico Pablo Picasso di Pomezia
Inaugurato il Murales realizzato dagli studenti insieme agli street artist Solo e Diamond.

IC di Monginevro di Arcore
Gli studenti vincitori della terza edizione del progetto sulla memoria dell’Olocausto ‘Il nostro passato appartiene al vostro futuro’ promosso da ‘Clipper media’ e Rai Cinema.

Liceo Copernico di Bologna
Al via il crowfunding degli studenti per ripulire e migliroare i muri imbrattati della scuola

Istituto statale superiore Bonaldo Stringher di Udine
Gli studenti protagonisti del “Viaggio in Italia, la Corte costituzionale nelle scuole”.

Istituto Giordano di Venafro
Visita e laboratorio agli studi di Cinecittà per gli studenti nell’abito del progetto cinema finanziato dal programma promosso da Miur e Mibac.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

5 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»